Unione Sindacale di Base

Formazione professionale Sicilia, la lotta USB spinge Musumeci a chiedere l’intervento di Di Maio

Nazionale – giovedì, 09 agosto 2018

Con una nota in data 8 agosto (v. allegato), il presidente della Regione Sicilia, Nello Musumeci, ha chiesto al Ministro del Lavoro Luigi Di Maio l'apertura di un confronto formale per trovare una soluzione al problema dei lavoratori della Formazione Professionale regionale.


E' il risultato della dura lotta dei lavoratori che, coordinati dall'USB, hanno messo sotto pressione il panorama politico e sindacale regionale e nazionale.
L'avvio di un tavolo di confronto tra la Regione e il Ministero del Lavoro è la condizione auspicata dall'USB, attraverso la quale si può realmente costruire un progetto che tuteli i livelli occupazionali e reinserisca nel mondo del lavoro i circa 8000 operatori rimasti senza occupazione dopo il fallimento pilotato degli Enti Gestori che, in mano soprattutto alle OO.SS. complici, prima di chiudere bottega hanno fatto cassa, accantonando (dove al momento non è dato sapere) i tanti milioni di euro ricevuti per l'attività formativa dall'Assessorato Regionale.


L'USB, attraverso un comunicato congiunto (v. allegato), esprime soddisfazione per questo risultato che è da ascrivere totalmente alla tenacia dei molti lavoratori che fino alla scorsa settimana, con presidi, scioperi della fame e con una blitz a Roma dove hanno incontrato Di Maio, hanno lottato per costringere gli attori istituzionali su cui gravano le responsabilità di questa situazione a confrontarsi per trovare una via d'uscita.

Altro ambito di intervento è quello attraverso il quale l'USB si propone di fare luce sulle molte zone d'ombra che caratterizzano questa vicenda, nella quale sembrano consolidarsi alleanze oscure finalizzate alla realizzazione di un vero disegno criminale.



Pietro Cusimano
Esecutivo Regionale USB Pubblico Impiego