Unione Sindacale di Base

Ricerca: i precari INAPP ex ISFOL 'assediano' il ministero del Lavoro per la stabilizzazione nella legge di Bilancio

Roma – lunedì, 27 novembre 2017

Questa mattina alla Commissione Bilancio del Senato sarà messo in votazione un emendamento a prima firma Parente del PD che, anche raccogliendo posizioni espresse dalla Commissione Lavoro più in generale, permette la stabilizzazione dei 175 precari INAPP secondo le recenti norme Madia. Si tratta di personale altamente professionalizzato (più di 1600 anni di precariato complessivi), vincitore di selezione nazionale che opera al servizio della committenza sociale. L'ente ha ufficializzato l'appoggio di questo diritto in maniera ufficiale mentre il ministro Poletti non ha, sino ad oggi, rispettato l'impegno preso anche recentemente.
Una delegazione di precari ha raggiunto il ministero del Lavoro, per ottenere l'appoggio di Poletti alla soluzione normativa ed economica del lungo precariato. Questo 'assedio' al ministero vigilante ha anche il motivo di cancellare la grave discriminazione che è stata creata nell'attuale legge perché gli ex precari dell'ente di ricerca, trasferiti all’Anpal sono invece stati posti in stabilizzazione.
USB PI Ricerca, che organizza il flash mob, richiamando alla massima attenzione i senatori della Commissione Bilancio e all'appoggio dell'emendamento 68.53, qualora dovesse riscontrare il mancato impegno del ministro Poletti indirà lo stato di mobilitazione immediato e le conseguenti iniziative atte ad ottenere il diritto alla stabilizzazione per questi 175 ricercatori e tecnici.

Unione Sindacale di Base - Pubblico Impiego