MOZIONE FINALE DELL'ASSEMBLEA DEI LAVORATORI DELLA DIREZIONE GENERALE INPS INDETTA DA CGIL-CISAL-USB IL 2 MARZO 2011

Nazionale -

 

 

  

I lavoratori della Direzione Generale dell’INPS, riuniti nell’assemblea convocata per oggi, 2 marzo 2011, da CGIL-CISAL-USB con la partecipazione dei responsabili sindacali nazionali, a conclusione del dibattito:

 

  • esprimono piena solidarietà ai lavoratori della sede di Mantova che hanno subito la decurtazione dello stipendio per aver partecipato ad un’assemblea convocata nel rispetto delle normative contrattuali e delle circolari dell’ente, chiedendo la restituzione delle somme trattenute ai lavoratori;     
  • richiamano l’amministrazione al rispetto delle norme che regolano il diritto d’assemblea;     
  • respingono l’intesa del 4 febbraio 2011 con il governo, siglata da CISL e UIL, in quanto favorisce l’applicazione del D.Lgs. 150/2009 (Riforma Brunetta) in tutto il pubblico impiego;
  • respingono la parte del contratto integrativo di ente 2010 che recepisce il D.Lgs. 150/2009, per quanto riguarda la modifica delle relazioni sindacali e l’introduzione dei principi di una  meritocrazia dozzinale e dannosa;     
  • chiedono l’indizione immediata delle elezioni per il rinnovo delle RSU con nuove regole che rafforzino la democrazia e il ruolo dei rappresentanti eletti direttamente dai lavoratori;    
  • chiedono il rafforzamento del percorso unitario che vede CGIL-CISAL-USB dell’INPS impegnate nella difesa del ruolo dell’Istituto, nella salvaguardia dei servizi ai cittadini e nel tentativo di bloccare processi di smantellamento dei diritti dei lavoratori.

 

MOZIONE APPROVATA CON UN SOLO ASTENUTO

 Roma, 2 marzo 2011

  

FP CGIL INPS       FIALP - CISAL INPS       USB PI

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni