PUBBLICO IMPIEGO: ARAN CONVOCA CONFEDERAZIONI SU RSU. USB, NON CI SONO PIU’ SCUSE PER RINVIO. ELEZIONI RSU SUBITO E CON REGOLE VERAMENTE DEMOCRATICHE

Nazionale -

Mentre riprende e si intensifica l’attività del Ministro della Funzione Pubblica per l’applicazione della sua controriforma del Pubblico Impiego, stoppata dal blocco del rinnovo dei contratti, il Consiglio di Stato si è espresso ritenendo legittimo il diritto dei lavoratori pubblici ad eleggere i propri rappresentanti alla scadenza naturale delle RSU, e quindi non più procrastinabile il blocco delle elezioni inserito sempre nella “riforma” Brunetta.

 

La richiesta di elezioni subito, ribadita con forza da parte di USB Pubblico Impiego, non poteva più essere disattesa dall’Aran, che è stata costretta a convocare le confederazioni rappresentative del settore per il prossimo 21 marzo.

Le decine di migliaia di firme raccolte negli ultimi mesi dall’USB P.I. tra i pubblici dipendenti, per l’immediata indizione delle elezioni e la revisione del regolamento elettorale, non possono essere più ignorate da nessuno, governo o sindacati complici che siano.

 

La USB parteciperà alla trattativa all’Aran, mettendo sul tavolo contrattuale tutta la forza della richiesta di maggiore democrazia sindacale proveniente dai posti di lavoro e tutta la forza che i dipendenti pubblici esprimeranno dando l’adesione massiccia allo sciopero generale dell’11 marzo.


ELEZIONI RSU SUBITO. FIRMA ANCHE TU!

Continua la raccolta di firme per 'Elezioni subito e con regole democratiche'.
Per aderire inviare una mail a  pubblicoimpiego@usb.it