6 ottobre 2006 PRECARI IN PIAZZA - SCIOPERO E MANIFESTAZIONE NAZIONALE A ROMA

Roma -

Appuntamento alle ore 09.30 Piazza della Repubblica a ROMA

Tutte le notizie su www.assuntidavvero.rdbcub.it

Con la scusa dei blocchi delle assunzioni e della riduzione degli organici per le esigenze di Bilancio, si è proceduto a sopperire alle esigenze reali di servizio con contratti precari dei più svariati tipi: quasi 500 mila tra LSULPU, Cantieristi, Tempo determinato, C.f.l. (contratti formazione lavoro), Co.Co.Co., Contratto a progetto, Partita Iva, Interinali, Lavoratori precari della scuola e supplenti scuole e asili nido comunali, Titolari di assegni di ricerca o similari alle dipendenze delle Università o degli Enti pubblici di ricerca e altrettanti Dipendenti di ditte e coop. poichè molti sono stati i servizi esternalizzati (con profitti enormi per le aziende appaltatrici e un forte spreco di risorse pubbliche).

Il nuovo governo di centro sinistra ha fatto grandi dichiarazioni contro la precarietà; ma è un fatto che oggi in Italia, grazie anche al Pacchetto Treu, è lo Stato il maggiore datore di lavoro precario e a nero.  I Ministri parlano solo di copertura del turn-over e non dicono come e quando.

È, invece, ora di passare dalle parole ai fatti e di dare una soluzione complessiva e in tempi brevi a tutti i Lavoratori precari: è necessaria una legge che permetta l’assunzione a tempo indeterminato di tutti quelli che hanno oggi contratti precari e lavorano "a nero".

In allegato il materiale per l'iniziativa (manifesto e volantini)

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni