Accordo FUA 2011: CISL e UIL Nazionali favorevoli alla disparità di trattamento tra lavoratori.

Roma -

La recente proposta per la realizzazione di un protocollo d'intesa che risolva la problematica della disparità di trattamento per il conferimento dell'indennità di mobilità del personale reimpiegato di Pavia e di altri enti soppressi trova CISL e UIL contrarie.

 

E ti pareva!!!

 

Nel comunicato del 10 maggio, i rappresentanti di queste sigle dichiaravano che "è stato sollevato anche il problema rimasto aperto del pagamento dell'indennità di mobilità del personale già in servizio presso lo stabilimento del Genio Militare di Pavia. Al riguardo l'Amministrazione si è dichiarta disponibile ad affrontare la problematica segnalata.", mentre oggi assistiamo ad un dietro front all'approssimarsi di una favorevole soluzione.

 

E' evidente che i promotori (si legga Triplice) dei nuovi criteri dell'indennità di mobilità espressi nel FUA 2010 sono gli stessi che a parole avrebbero proposto una presunta "soluzione condivisa" che tale non è e a parole dichiarano l'interessamento alla problematica mentre, l'evidente assenza anche di uno staccio di documento con posizioni chiare, ferme e cosidette "unitarie", dimostra purtroppo l'inconsistenza delle affermazioni e le reali intenzioni.

 

Chiaro il significato di questa vicenda: una decisione che genera evidenti disparità, il cui costo è fatto pagare sempre e solo ai lavoratori, non può essere messa in discussione poichè competenza e capacità lo sarebbero, e quindi, chi più e chi meno, si presta a pantomime o assordanti silenzi.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni