AFFITTOPOLI NEGLI ENTI. PAROLA AGLI INQUILINI: SI AUMENTA AI POVERI PER POTER FARE FAVORI AI RICCHI??

Roma -

Riceviamo da Beti, una delegata dei Comitati inquilini dell'ASIA-USB, queste considerazioni - sulla campagna di stampa in atto da alcuni giorni da parte dei giornali dei palazzinari - che condividiamo e volentieri pubblichiamo.

ENTI PUBBLICI.  In questi giorni la stampa parla molto di case vendute a poco, di affitti ridicoli.  Perchè non si parla dell'altra faccia della medaglia? Affitti aumentati del 70-100% ai NON ricchi e NON potenti.  Si aumenta ai poveri per poter fare favori ai ricchi??E le mille manifestazioni dei NON ricchi e NON potenti anche a Montecitorio?? Perchè la stampa non riferisce?  E' argomento che non vende?  Non è rilevante parlare di vero e proprio sfruttamento immobiliare da parte degli enti pubblici ed enti privatizzati?Perchè la stampa non da testimonianza di queste vergogne?  Mi domando, è un mio dubbio, se c'è relazione tra la proprietà di un determinato giornale ed il tipo di notizie che si offrono a ripetizione.Sono ottimista: ci sono giornali e giornalisti indipendenti che racconteranno obiettivamente i fatti.

Beti Piotto tel. 06 50074596
 
PS: Qui sotto una nota che ho spedito a Marincola e Panarela del Messaggero

 

cari giornalisti del MESSAGGERO

 

Ora in questi giorni si leggono molti articoli vostri su case di enti pubblici svendute o con affitti ridicoli.  E' vero, anzi, verissimo, ma voi dovete essere testimoni e raccontare obiettivamente e minuziosamente l'universo (spesso drammatico!) che c'è intorno agli enti pubblici.  Parliamo pure degli enti previdenziali privatizzati che  hanno fatto investimenti tossici (Lehman ecc) e per "coprire i buchi" stanno aumentando gli affitti del 70, dell’80, del 90, del 100%...

DI QUESTO DOVETE PARLARE SE SIETE BRAVI GIORNALISTI.  SE NON ALTRO PERCHÈ QUESTO FATTO RIGUARDA 30.000 FAMIGLIE ROMANE, non decine di privilegiati come quelli che appaiono nei vostri articoli.

Per applicare questi aumenti hollywoodiani è stato necessario ottenere il sostegno delle grandi  sigle sindacali.  Ad esempio, per l’ultimo rinnovo dei contratti di locazione della Fondazione ’Enpaia, che impone un 70% di aumento agli inquilini, hanno firmato il SUNIA, l’UNIAT, il SICET, la FEDERCASA, l’UNIONE INQUILINI. 
Ci domandiamo come possono i sindacati accettare aumenti iperbolici e vergognosi nei confronti di una classe media che non può pagare tra 1000 e 2000 Euro al mese.

Gli inquilini delle case degli Enti privatizzati sono davanti a gravissima, fatale, colpevole superficialità:

-da parte di Enti privatizzati gestiti pessimamente ma impuniti (i dirigenti, nonostante le perdite causati dagli investimenti tossici, stanno li, inchiodati alle poltrone)-da parte di normative che non tutelano gli inquilini-da parte di alcuni Sindacati senza scrupoli -da parte dei Ministeri e Comuni che non vigilano e lasciano mani libere agli amministratori degli Enti privatizzati;

- da parte dei politici che promettono soluzioni-miraggio come il housing sociale, che altro non è che la versione per il pubblico della prossima escalation alla cementificazione delle periferie. 

DI TUTTO QUESTO ABBIAMO ABBONDANTISSIMA DOCUMENTAZIONE DERIVATA DA MILLE E UNA LOTTA E PERCIO' SARA' FACILITATO IL VOSTRO LAVORO DI SERVIRE LA VERITA'.  
NON VI SI CHIEDE UNA DIFESA, NON E' VOSTRO COMPITO.  SOLO RACCONTARE LA VERITA'.

TUTTA!!!!!!!!!!! 

Beti Piotto 06 50074596

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni