Aggiornamento della mobilitazione delle Scuole Elementari a Roma MERENDA E CENA DALLA MINISTRA GELMINI

Roma -


RESOCONTO INCONTRO CON LA DIRIGENTE DELL’USR dott.ssa NOVELLI

Il giorno 8 maggio 2011 alle ore 15,00, presso l’USR del Lazio (ex provveditorato) si è svolto un incontro con la dott.ssa Novelli e una delegazione di 6 persone (3 genitori, due docenti, 1 ATA) del Coordinamento Scuole Elementari di Roma.

La delegazione ha illustrato le ragioni della protesta continua che si sta svolgendo ormai da settimane davanti al MIUR:


·         Classi  intermedie accorpate

·         Classi numerose 27/28 alunni in presenza di due o tre alunni diversamente abili

·         Mancato rispetto delle norme sulla sicurezza per il numero eccessivo di alunni rispetto alla cubatura dell’aula

·         Classi a Tempo Pieno tagliate

·         Mancata assegnazione di due docenti per classe per il Tempo Pieno

·         Docenti specialiste di inglese cancellate

·         Numero ridotto di docenti di sostegno rispetto al numero di alunni diversamente abili

 

La delegazione ha chiesto delucidazioni sul mancato rispetto della CM 21 sugli organici, sia per la mancata assegnazione di due docenti per classe al Tempo Pieno, sia per la docente specialista. La dr.ssa Novelli ha ribadito la posizione ormai nota del calcolo delle ore di “compresenza” per l’assegnazione degli Insegnanti, precisando che avendo avuto disposizioni per il numero di tagli, ha scelto quello che lei considera il male minore e cioè “garantire” il tempo scuola di 40 ore (anche utilizzando il sistema dell’orario-spezzatino).


Naturalmente questa posizione è stata contestata dalla delegazione, che ha ribadito il diritto ad un’istruzione di qualità per tutti. La delegazione si è espressa con forza affinché le ore di “compresenze”, elemento fondante del tempo pieno, siano utilizzate per l’arricchimento e per il recupero, per garantire a tutte le bambine e a tutti i bambini pari opportunità. Per quanto riguarda la figura della specialista di inglese, la Dirigente dell’USR, ha detto che è l’ultimo dei suoi pensieri poiché la normativa di riferimento ha previsto l’utilizzo limitato nel tempo di questa figura e la relativa “scomparsa” della stessa. Ma non era il governo delle tre i?


La delegazione ha inoltre posto la questione dei docenti di sostegno, insufficienti anche in caso di un incremento in organico di fatto. E’ particolarmente odioso che i genitori dei bambini diversamente abili debbano far ricorso al Tribunale per vedersi riconosciuto un diritto, come la Corte Costituzionale ha sancito con la sentenza n. 80 del 26/02/2010. E’ stato fatto notare, mostrando gli organici ufficiali, che non è stata neanche rispettata la normativa (DPR 81/09) che prevede un numero massimo di 20 alunni per classe, elevabile a 22, in caso di classi con alunni DA. La dr.ssa Novelli ha risposto dicendo che, pur riconoscendo il problema umano, si è attenuta al Decreto interministeriale che deroga alla suddetta normativa. La delegazione ha puntualmente smentito  la dr.ssa Novelli citando con precisione tutta la normativa vigente in materia, compreso il Decreto Interministeriale.


A conclusione dell’incontro, la dr.ssa Novelli ha comunicato che, pur comprendendo le ragioni delle richieste, non ha possibilità al momento di soddisfarle, poiché in organico di diritto ha distribuito i posti in base al budget che le è stato assegnato dal MIUR.

Se si avrà la possibilità di posti in organico di fatto, saranno prima di tutto risolte le situazioni delle classi intermedie accorpate e quelle con un numero elevato di alunni in presenza di Diversamente abili. In caso di  una ulteriore disponibilità di posti potranno essere “valutate” le situazioni in maggiore sofferenza o che presentano forti disagi.


Su richiesta di spiegazione in merito ai 150 posti assegnati alla scuola secondaria di secondo grado, ha affermato che i posti che sono stati attribuiti sono quelli che dovevano essere dati in adeguamento, ma che ora sono stati dati definitivamente in organico di diritto, perciò se il Ministero Economia e Finanze darà copertura per posti in adeguamento, questi saranno dati prioritariamente alla scuola primaria, poiché la scuola secondaria li ha già ricevuti.

Più volte la delegazione ha chiesto dati certi almeno sui numeri dei posti che potrebbero essere assegnati, ma la dr.ssa Novelli ha sempre detto che, al momento, non è in grado di fornire tale informazione.


L’incontro quindi si è concluso senza risposte certe e la mobilitazione continua.


Prosegue il presidio permanente davanti al Ministero dell’Istruzione, fino al ripristino della legalità e la restituzione delle classi e degli insegnanti “tagliati”.


Coordinamento Scuole Elementari di Roma



PER IL RIPRISTINO DELLE CLASSI

 

E DEI POSTI “TAGLIATI”

 

PER UNA SCUOLA PUBBLICA STATALE DI QUALITA’

 


 

LA PROTESTA CONTINUA

 

AL MINISTERO DELL’ISTRUZIONE


PRESIDIO PERMANENTE

8-9-10 GIUGNO 2011


MERCOLEDI’ 8 GIUGNO

Ore 17.30 Musica popolare balcanica e altro con il Trio Cosacco di Daniele Mutino, Umberto Vitiello, Matteo Agostini

Ore 19.00 Laboratorio vocale aperto di Nora Tigges


GIOVEDI’ 9 GIUGNO

Ore 17.30 Spettacolo teatrale “La professoressa della Gelmini” di Federica Festa

Ore 19.00 “Cinne barbu mal rase” del teatro De Merode


VENERDI’ 10 GIUGNO

Ore 17.00 Percussioni di Anatole Tah (Costa D’Avorio)

Ore 19.00 Musica popolare con Lucilla Galeazzi


Questa è la settimana decisiva per il ripristino della legalità nelle nostre scuole, partecipiamo tutti, cittadini, bambini, genitori, insegnanti e personale ATA, più numerosi e rumorosi che mai alle iniziative.


Coordinamento Scuole Elementari di Roma

www.coselementariroma.it

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni