ASL DI FROSINONE: CON IL PRESIDIO DI PROTESTA I PRECARI CONQUISTANO UN PRIMO RISULTATO!

Frosinone -

30 precari della ASL di Frosinone questa mattina hanno tenuto con la RdB/CUB un presidio di protesta presso la ASL,  contro la mancata proroga dei contratti di lavoro.



Durante l’iniziativa una delegazione e’ stata ricevuta dal Direttore Sanitario e dal Direttore Socio Sanitario aziendali, delegati dal Direttore Generale.

Nell’incontro il sindacato e i lavoratori hanno sostenuto il diritto dei precari alla proroga dei contratti gia’ scaduti o in scadenza, in quanto prevista dalla legge  e non comportante incrementi di spesa.

Inoltre e’ stata sottoposta alla delegazione di parte aziendale la necessita’ di dare risposte a questi lavoratori, poiché oggetto di un illecito da parte della ASL che li ha assunti senza rispettare le graduatorie degli elenchi forniti dal centro per l’impiego, determinando una disparita’ di trattamento tra lavoratori stessi.



Il Direttore Sanitario e il Direttore Socio Sanitario hanno recepito le istanze e assunto l’impegno di trovare una soluzione, anche attraverso il coinvolgimento dell’Assessorato alla Sanita’ compresa, se necessaria, la convocazione congiunta dell’Assessore, del Direttore Generale, della RdB e dei lavoratori.



L’impegno dell’Azienda consegue anche dalla oggettiva necessita’ di mantenere i livelli assistenziali attualmente garantiti dal personale precario.

 

“La RdB/CUB continuerà a sostenere i diritti dei lavoratori precari della ASL di Frosinone”, dichiara Sabino Venezia della RdB/CUB, “contro le logiche di chi vuol scatenare una squallida guerra tra poveri e per garantire la trasparenza dei percorsi di stabilizzazione”.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni