ATAC BENE COMUNE: OCCUPATO A ROMA DEPOSITO DELL'AZIENDA DI TRASPORTO MUNICIPALE. VERSO GLI STATI GENERALI E LO SCIOPERO GENERALIZZATO. VENERDI' 18 IL SINDACO INCONTRERA' I MOVIMENTI.

Roma -

Questo pomeriggio alle ore 17,00 assemblea pubblica all'interno del deposito Atac. Venerdì prossimo, alle ore 15.30, il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, e gli assessori al Patrimonio e all'Urbanistica, Alfredo Antoniozzi e Marco Corsini, incontreranno in Campidoglio i Movimenti di lotta per la casa.

Roma 14 febbraio 2011 -

Mentre i movimento per il diritto all'abitare - insieme ai lavoratori ed alle lavoratrici lavoratrici ATAC - davano vita all'occupazione del deposito di Piazza Ragusa, le agenzie di stampa diffondevano la notizia della convocazione di un incontro tra i movimenti stessi, il sindaco e gli assessori a casa ed urbanistica del comune di Roma.

La nota del sindaco - comunicando l'oggetto dell'incontro - fa riferimento al diritto alla casa ed alle questioni urbanistiche che riguardano le politiche alloggiative, temi da affrontare agli stati generali del 22-23 prossimo venturo.

I movimenti, reputando importante questo percorso, intendono rilanciare - anche con l'iniziativa di questa mattina - una vertenza più ampia che, partendo dal diritto all'abitare, affronti il tema della città e del suo insieme.

Dentro la crisi la tentazione di risolvere i problemi cancellando gli spazi partecipativi e rifugiandosi nel decisionismo è forte. Il sindaco però, con l'incontro di venerdi apre una interlocuzione diretta che non sottovalutiamo.

La vertenza per un'altra città è oramai in movimento e proseguirà con la manifestazione di sabato 19 Febbraio.

Nell'assemblea popolare del Campidoglio (prevista alla fine del corteo di sabato che partirà alle ore 15 da Piazza Vittorio) riferiremo dell'incontro e decideremo le forme dell'assedio al 23 febbraio.

Le forme della contrattazione sono molteplici, tante sono alttresì le realtà che chiedono risposte.

Venerdi chiederemo di vedere le carte e poi inizieremo a giocare. Per questo riteniamo l'incontro solo un primo risultato delle nostre pressanti iniziative.

Movimenti per il diritto all’abitare. 

AGENZIE DI STAMPA:  

ROMA: CAMPIDOGLIO, ALEMANNO INCONTRA MOVIMENTI LOTTA PER LA CASA = VENERDÌ ALLE 15,30 CON GLI ASSESSORI ANTONIOZZI E CORSINI Roma, 14 feb. - (Adnkronos) - Venerdì prossimo, alle ore 15.30, il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, e gli assessori al Patrimonio e all'Urbanistica, Alfredo Antoniozzi e Marco Corsini, incontreranno in Campidoglio i Movimenti di lotta per la casa. La riunione servirà per affrontare, in vista degli Stati Generali del 22 e 23 febbraio, i problemi relativi alla questione abitativa a Roma e quelli legati al piano casa. Lo rende noto l'Ufficio stampa del Campidoglio. (Rre/Zn/Adnkronos) 14-FEB-11 13:24 NNN FINE DISPACCIO

OMR0037 3 POL TXT Omniroma-CASA, CAMPIDOGLIO: VENERDÌ ALEMANNO INCONTRA MOVIMENTI LOTTA (OMNIROMA) Roma, 14 FEB - «Venerdì prossimo, alle ore 15.30, il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, e gli assessori al Patrimonio e all'Urbanistica, Alfredo Antoniozzi e Marco Corsini, incontreranno in Campidoglio i Movimenti di lotta per la casa. La riunione servirà per affrontare, in vista degli Stati Generali del 22 e 23 febbraio, i problemi relativi alla questione abitativa a Roma e quelli legati al piano casa». Lo rende noto l'Ufficio stampa del Campidoglio. red 141252 FEB 11 FINE DISPACCIO 

ROMA: MOVIMENTI DIRITTO ALL'ABITARE OCCUPANO DEPOSITO ATAC PIAZZA RAGUSA = Roma, 14 feb. - (Adnkronos) - «Questa mattina alle ore 10,30 centinaia di cittadini insieme ai movimenti per il diritto all'abitare hanno occupato il deposito dell'Atac di piazza Ragusa». Lo comunica una nota dei 'Movimenti per il diritto all'abitare. «L'iniziativa di oggi vuole porre l'accento sulla destinazione del patrimonio pubblico - prosegue la nota - sulle forme della partecipazione alle scelte urbanistiche della maggioranza capitolina, sulle politiche della mobilità a Roma, sulle regole democratiche nei posti di lavoro». «Il deposito di piazza Ragusa è parte importante della storia di questo quartiere e della città di Roma - sostengono - però nonostante questo, il suo utilizzo non prevede consultazioni con la cittadinanza o strumenti partecipativi e di controllo sul suo futuro. Le varie progettazioni per un cambio di destinazione d'uso si sono tutte fermate e ad oggi non è dato sapere quale sarà il futuro dell'edificio, parzialmente usato dal dopolavoro dell'Atac». «Invitiamo tutti e tutte ad un'assemblea pubblica all'interno del deposito Atac che si terrà questo pomeriggio alle ore 17,00 - concludono i Movimenti - Insieme ai lavoratori e alle lavoratrici discuteremo del futuro del deposito e delle proposte possibili. Parteciperanno i cittadini della zona, i comitati di quartiere, è stata invitata la Presidente del Municipio IX Susi Fantino». (Rre/Col/Adnkronos) 14-FEB-11 13:21 NNN FINE DISPACCIO 

ROMA: CESSATA OCCUPAZIONE EX DEPOSITO ATAC IN PIAZZA RAGUSA = Roma, 14 feb. (Adnkronos) - È cessata nel pomeriggio l'occupazione dell'ex deposito Atac di Piazza Ragusa, a Roma, compiuta questa mattina da esponenti dei centri sociali, da immigrati e dai comitati di lotta per la casa. Dopo un'assemblea dei partecipanti all'occupazione la stuttura è stata abbandonata intorno alle 18,30 e successivamente messa in sicurezza dalle forze dell'ordine. (Sin/Ct/Adnkronos) 14-FEB-11 21:22 NNN FINE DISPACCIO

 

 COMUNICATO STAMPA

14 febbraio 2011 ore 11,00 

Questa mattina alle ore 10,30 centinaia di cittadini/e  insieme ai movimenti per il diritto all’abitare hanno occupato il deposito dell’ ATAC di Piazza Ragusa. 

L'iniziativa di oggi vuole porre l'accento sulla destinazione del patrimonio pubblico, sulle forme della partecipazione alle scelte urbanistiche della maggioranza capitolina, sulle politiche della mobilità a Roma, sulle regole democratiche nei posti di lavoro.

Il deposito di piazza Ragusa è parte importante della storia di questo quartiere e della città di Roma, però nonostante questo, il suo utilizzo non prevede consultazioni con la cittadinanza o strumenti partecipativi e di controllo sul suo futuro. Le varie progettazioni per un cambio di destinazione d'uso si sono tutte fermate e ad oggi non è dato sapere quale sarà il futuro dell'edificio, parzialmente usato dal dopolavoro dell'Atac.

Nonostante ci sia una gran fame di patrimonio pubblico per affrontare le necessità abitative, di servizi, di spazi sociali e culturali, questi stabili rischiamo di perderli. Non vengono rimessi in funzione per i bisogni della mobilità pubblica e non vengono immaginati come luoghi utili a soddisfare gli interessi della cittadinanza. Un così grande spazio offre opportunità enormi che non vengono realizzate.

Purtroppo il sindaco è troppo impegnato a sistemare i parenti e gli amici di partito, per pensare ad uno sviluppo del trasporto pubblico, ad una tutela dei redditi più bassi attraverso tariffazioni sociali o gratuità del servizio per i disoccupati e gli studenti. Che le cose non funzionano si vede anche dai ripetuti scioperi dei lavoratori del trasporto pubblico. Scioperi motivati da una qualità del servizio insopportabile sia per gli utenti che per i dipendenti Atac.

Invitiamo tutti e tutte ad un’assemblea pubblica all'interno del deposito Atac che si terrà questo pomeriggio alle ore 17,00. Insieme ai lavoratori e alle lavoratrici discuteremo del futuro del deposito e delle proposte possibili. Parteciperanno i cittadini della zona, i comitati di quartiere, è stata invitata la Presidente del Municipio IX Susi Fantino! 

Movimenti per il diritto all’abitare. 

 

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni