AUCHAN CONDANNATA PER COMPORTAMENTO ANTISINDACALE

Roma -

FLAICA-CUB: sentenza meravigliosa, ma la mobilitazione deve rimanere alta

Con la sentenza numero 27867 il Tribunale di Roma ha condannato Auchan per comportamento antisindacale, consistito "nel mancato riconoscimento dell'esito delle elezioni per i membri RSU" all'interno delle filiali di via Collatina e di via Pollio. Auchan e' stata inoltre condannata al pagamento delle spese processuali ed obbligata "a riconoscere la qualifica di membri RSU a coloro che sono risultati eletti nelle predette filiali e di riconoscere nei loro confronti tutti i diritti e le prerogative previste per legge e contrattazione collettiva".

 

La sentenza arriva dopo il ricorso presentato dalla FLAICA-CUB contro la decisione dell’azienda di cancellare le elezioni RSU svoltesi nell’aprile 2006 presso le filiali Auchan di via Collatina e via Pollio, elezioni a cui aveva partecipato un elevato numero di lavoratori (460) e dalle quali la FLAICA-CUB era risultata il primo sindacato, ottenendo ben 10 Rappresentanti.


Di "sentenza meravigliosa" parla Giancarlo Desiderati, segretario provinciale della FLAICA-CUB di Roma, che ricorda: “L'azienda mise in campo tutto quello che poteva per evitare il voto, dai vigilanti accanto alle urne, alle intimidazioni per chi votava; minacciò di non rinnovare gli apprendisti e i contratti a termine che avessero partecipato alle elezioni, e addirittura collocò delle pedane come barriera per impedirci materialmente di mettere le urne. Ma Cgil-Cisl-Uil non furono da meno nel boicottaggio della libera espressione dei lavoratori – prosegue Desiderati – ed ora ribadiscono  questa posizione antidemocratica stipulando un accordo per tagliare fuori tutti gli altri sindacati dalle elezioni RSU nel settore del Commercio”.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni