AUTONOMIA DIFFERENZIATA: MONITO DELLA CORTE DEI CONTI

Roma -

Durante la cerimonia di presentazione della Relazione sul Rendiconto Generale dello Stato 2018, il procuratore generale della Corte dei Conti Alberto Avoli, nella sua requisitoria definisce "deleteri gli effetti delle autonomie trainanti, se essi finissero per far crescere solo alcune Regioni, chiuse in una visione territoriale puramente localistica"

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni