Brunetta ringrazia, i lavoratori si incazzano (speriamo).

Lamezia Terme -

GRAZIE CISL, GRAZIE UIL,

per merito vostro Brunetta è stato accontentato e il suo decreto potrà essere “finalmente” applicato!

Infatti, con l’accordo sottoscritto da queste sigle (più altri sindacati, come l'UGL, quali ruote di scorta), il decreto legislativo n. 150 del 2009, meglio conosciuto come il “famigerato decreto Brunetta”, entrerà in vigore.

Sinora era inapplicabile e quei dirigenti che avevano provato a forzare la mano, erano tutti stati condannati in sede giudiziale perché gli stessi giudici avevano confermato che in mancanza di un nuovo contratto, i dettami del decreto erano inattuabili.

Il suo decreto, dunque, rischiava di essere inutile: come fare, avrà pensato il nostro ministro?

Nessun problema, basta rivolgersi a Cisl e Uil che subito corrono in aiuto, firmano quello che c’è da firmare e dicono anche che lo fanno per i lavoratori.

Bene, loro dicono di averlo fatto per le risorse aggiuntive, ma mentre quelle non sono state individuate e sono decisamente incerte, al contrario, di certo c’è invece che grazie all’accordo è stato ufficializzato:

·        il blocco dei contratti fino a tutto il 2013;

·        la valutazione con le fasce di merito (il 50% delle indennità al 25% del personale; l’altro 50% delle indennità al 50% del personale e nulla al rimanente 25% del personale!);

·        l'assenza di risorse sulla contrattazione integrativa;

·        la disapplicazione dei contratti integrativi.

Quindi grazie a questi paladini dei lavoratori, le fasce di merito saranno pienamente operative, malgrado le sentenze contrarie; è bene ricordare anche che da queste fasce di merito dipenderanno le progressioni economiche e, in alcuni casi, anche i licenziamenti.

Alla Funzione Pubblica non è parso vero, così non hanno perso tempo ed hanno emanato subito una circolare applicativa

Brunetta ringrazia, i lavoratori si incazzano (speriamo).

 

In allegato il comunicato dell'esecutivo Nazionale e la Circolare che dà immediata esecuzione all'accordo.

 

11 MARZO 2011, SCIOPERO GENERALE

CON MANIFESTAZIONE A ROMA.

 

La USB Calabria organizzerà gli autobus per raggiungere Roma.

Per chi volesse partecipare, può farlo inviando una mail a:

· Federazione Regionale: calabria@usb.it

o telefonando  allo 0968.442551

o  349.2155347

o  347.1137546.

 

L’11 MARZO, PARTECIPIAMO TUTTI!!!

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni