Carmelo sempre nei nostri cuori

Nazionale -

Nella mattinata dell'11 novembre, dopo grave malattia,
ci ha lasciato a 57 anni
CARMELO CALABRESE
dirigente della RdB CUB Energia e tra i fondatori delle RdB Lombardia, nonchè membro dell'esecutivo nazionale RdB CUB e componente del CNEL per la CUB.

Tutta la RdB CUB si stringe attorno a Stefano, Angelo e Silvia.

 


Le visite dalle ore 9 alle 14 presso la camera mortuaria dell'ospedale Niguarda di Milano il 13 novembre; i funerali si terranno alle ore 14,30, presso il cimitero di BRUZZANO (MI)

 

 

 

dal sito CNEL:

Carmelo Calabrese
Nato ad Agira (EN) il 16 agosto del 1950. Dal 1966, dipendente AEM. Dal 1993 membro del Coordinamento Nazionale della Federazione RDB-CUB, fondatore della Federazione RdB Energia. Dal 1992 è tra i fondatori della CUB, di cui è membro del Coordinamento Nazionale. Dal settembre 1999 all'ottore 2003 è membro del Consiglio di Indirizzo e Vigilanza dell'INPDAP, in cui ha ricoperto la carica di Presidente della Commissione Patrimonio ed Investimenti. Consigliere CNEL nella VII Consiliatura.


messaggi


IL NOSTRO ULTIMO  SALUTO A CARMELO
Ciao Melo
Tocca a me
Non sarò di tante parole in questo momento così triste, ma devo ricordare come sei, cosa sei e cosa continuerai ad essere per noi che siamo stati con te e con tutti quelli che sono qui presenti a portarti l’ultimo saluto.
Ciao Melo
Amico – compagno – fratello - padre
Amico in tutte le situazioni, amico dei lavoratori, sempre attento ai bisogni di ogni singolo individuo, dai più semplici ai più grandi, così come hai sempre detto e come ti sei sempre contraddistinto:
“partire dai bisogni della gente”, partire dal basso, quante situazioni personali hai risolto!
Ciao Melo
Compagno da sempre, da quando sei arrivato a Milano, dalle prime lotte al pensionato Belloni e poi i lavoratori studenti, gli ultimi anni 60, e poi l’AEM e l’organizzazione comunista Avanguardia Operaia, il collettivo AEM, i primi passi nel sindacato nella flaei/cisl quando ancora la dialettica non era il tuo forte, ma niente ti ha mai intimorito, affrontavi le assemblee dei lavoratori, le riunioni sindacali, i convegni e i congressi sprigionando quel carisma che è solo dei grandi, quella sicurezza che è dei forti.
E poi l’esecutivo del Consiglio di Fabbrica dove hai creato, nonostante il confronto duro sulle idee, amicizia con tutti, amicizia che tutt’ora rimane forte in quelli rimasti, sì, perché tanti se ne sono andati e tu sei sempre stato presente tenendo il dolore dentro di te e solo le persone che ti erano più vicine sapevano quanto tu soffrissi.
E poi il collettivo di Democrazia Proletaria, le riunioni protratte fino a notte e dopo una pizza.
Gli anni duri Melo, gli anni delle prime ristrutturazioni aziendali, gli anni della restaurazione sindacale, le espulsioni, il passaggio in altre OO.SS. ma sempre con le idee chiare, 2 passi avanti a tutti e con il sorriso sulle labbra sino ad arrivare alla costruzione di RdB in A.E.M., il confronto con i compagni del nazionale che da subito ti hanno riconosciuto quel ruolo che senza chiederlo ti è naturale.
E poi le grandi battaglie in AEM e fuori, dove ti sei sempre contraddistinto costruendo rapporti speciali con tutti, contatti con tutti, soprattutto con quelli che non la pensano come te per il ruolo e le responsabilità che essi ricoprono.
La tua agenda ed il tuo telefonino sono sempre stati un gran casino!!!!
Ciao Melo
Fratello, tu figlio unico hai saputo raccogliere vicino a te persone diverse, tra loro hai saputo amalgamarle, hai dato la consapevolezza e la sicurezza per affrontare tutte le situazioni, anche le più brutte, Melo quella della tua malattia subdola implacabile che ti ha portato sin qui.
Si Melo mercoledì scorso hai voluto partecipare ad una riunione di segreteria nonostante sentivi vicino il tuo momento, ritenevi che la tua presenza fosse indispensabile, la presenza di un fratello maggiore in una famiglia con tante teste diverse, e lo è stata Melo.
E poi sabato mattina dove dal letto di ospedale hai dato le ultime indicazioni a me ed al pomeriggio sarebbe toccato a Sandro ma non c’è stato il tempo, tutto è precipitato.
Ciao Melo
Padre
Ciao Melo
È dalla scomparsa prematura di Marinella, sono più di due anni, che ti fai carico da solo di allevare i tuoi tre splendidi ragazzi, hai saputo trasformarli in persone grandi, hai dato loro sicurezza in tutti i sensi, hai regalato loro un tuo sogno materiale, la tua casa a Montefiascone, tuo ultimo rifugio, (orgoglioso di quella casa) dove hai invitato tutti, ma proprio tutti!!
Ciao Carmelo siamo con te tutti come fratelli, come compagni, come amici, non ti preoccupare veglieremo con la discrezione che ci ha sempre accompagnato sulla tua famiglia,
ciao Melo abbiamo tanto tempo per i ricordi!!!!
                                        RdB-AEM


Ciao Carmelo
L'avevo conosciuto tanti tanti anni fa, facendo altre cose, erano gli inizi degli anni '70, poi per tanti anni ci eravamo persi di vista....l'avevo rincontrato nel 1994 alla Conferenza di organizzazione a Castellamare, io ero appena entrato in RdB...lo ricorderò sempre come un grande Compagno.

Stefano Cecchi



CIAO CARMELO,
VOGLIO RINGRAZIARTI PER TUTTO QUELLO CHE HAI FATTO. TI CONOSCEVO DA SOLO 2 ANNI, MA LA MIA STIMA E L’AFFETTO NEI TUOI CONFRONTI  E’ STATA TANTA. TI PORTERO’ SEMPRE NEL CUORE. CON SINCERA PARTECIPAZIONE AI FAMILIARI. 
CORTESI ROBERTO   RDB SANITA’ BERGAMO


Caro Carmelo
Non ci siamo più visti, da alcuni anni indirettamente ci scambiavamo i saluti,attraverso amici che ti frequentavano nella tua attività sindacale.
Non ho parole, sono triste. La notizia della tua scomparsa, anche se me l'aspettavo, ti devo confessare, che mi addolora al punto di avermi cambiato umore, sono veramente triste, mi vengono in mente le nostre lotte, fatte da giovani, nei lavoratori Studenti e poi in Avanguardia Operaia. Tu non sei mai tirato indietro, volevi un mondo migliore, una società più giusta. Quante soddisfazioni, e quante amarezze, ci riserva la vita, mi dispiace molto che tu ti sei dovuto allontanarti, proprio adesso che la situazione è diventata più difficile, avevamo bisogno di te.
Un abbraccio a te Compagno Carmelo. Mi manchi
Giuseppe.S  Cub Lavoratori Studenti Carlo Cattaneo


cazzo carmè non cambi mai! vai sempre di corsa.
io ho bisogno di riflettere. scrivere non è come parlare. e poi...ci conosciamo da 40 anni...
da quando stamattina Mao mi ha detto che... non faccio altro che pensarti e i ricordi si affollano ed è un
gran casino...
ma è sempre un gran casino con te. è sempre difficile seguirti. sei sempre un passo avanti.
e sempre allegro, sempre a scherzare, a cantare, a organizzare scherzi e mangiate e bevute...
questo scherzo però non dovevi farmelo. come faccio a condensare 40 anni...
il Pensionato Belloni e il dott.Donelli, i primi volantini all'AEM, i lavoratori-studenti, i numeri di
telefono solo a memoria, le assemblee in AEM, un pollo arrosto di cartone in egitto, cantare solo musica
italiana ma a squarciagola, Capanna e i nativi americani in AEM, niente calze, Marinella e la lotta contro le
vaccinazioni obbligatorie, niente conto corrente e niente portafoglio, una/due citroen-dyane, le conferenze di
produzione in AEM, le cause legali, scoprire per strada su un manifesto che hai dato il mio nome per un
dibattito sull'europa, l'alluvione in Valtellina, il blackout, la cisl, la cgil, rdb, l'inpdap, il cnel,
Marinella non soffre più...
che casino carmè, io ho bisogno di dormire, ci vediamo un'altra volta e mettiamo giù una bozza di documento.
magari in pizzeria alla bovisa, così ci facciamo quattro risate...
ciao.
limone


L'ultima volta che ti ho sentito, mi chiamavi dal CNEL, assieme al tuo collega Paolo, "amico comune", mi rinnovavi l'ennesimo invito a vederci a Roma, o a passare un fine settimana nella Tua casetta in campagna.
Purtroppo, sei andato via all'improvviso, senza farcene nemmeno accorgere...
Forte è il rammarico, e la rabbia per non aver potuto realizzare quel momento, da Te tanto auspicato.
Addio Carmelo, mi mancherai tanto... ti porterò sempre nel mio cuore!!!
roccorusso


CIAO CARMELO,
MI RICORDO ANCORA, L'ULTIMO SCAMBIO DI VEDUTE CON TE, SULLA NECESSITA' DI UNA CONF.ORG., VISTE LE ENORMI TRASFORMAZIONI.
NON HO FATTO IN TEMPO A STRINGERTI UN ABBRACCIO, PER LA PERDITA DELLA COMPAGNA DELLA TUA VITA, CHE ANCHE TU CI HAI LASCIATO.
QUALSIASI SIANO I TEMPI, LE CONDIZIONI, CONTINUEREMO IL TUO-NOSTRO CAMMINO.
VICINISSIMI AI VOSTRI CARI FIGLIOLI.
CARMELO SEMPRE CON NOI
LUCA ROMA


MI DISPIACE TANTISSIMO,LE TUE ENTRATE IN FEDERAZIONE ERANO SEMPRE COSI DIROMPENTI E SOLARI
GRAZIE DI TUTTO QUELLO CHE HAI SAPUTO DARMI
MONICA


ciao Carmelo ,
averti conosciuto, apprezzato, condiviso con te, azioni, pensieri e progetti, è stato un tuttuno.
una terribile malattia ti ha sottratto a tutti gli affetti: un pensiero corre ai tuoi cari figli a cui non mancherà il nostro sostegno.
l' esempio e l'impegno che hai portato nella nostra organizzazione ci accompagnerà ora e sempre.
ti ho voluto bene, ti abbiamo voluto bene, non sarà facile guardare quella sedia, vuota, dove sedevi di solito. 
ti diamo un abbraccio sincero con stima profonda.
LE  COMPAGNE ED I COMPAGNI DELLA FEDERAZIONE DI TORINO
LUIGI, ROSANNA, LEONARDO, GIANFRANCO, FELICE, ROMEO, GIOVANNI, DELIA
...ED UN MIGLIAIO DI ALTRE FIRME.


ciao............ noi comunque andiamo avanti!!!
pepe


In queste occasioni non si sa mai cosa dire… Qualsiasi parola appare vuota di senso di fronte ad un dolore così grande.
CIAO, CARMELO
Mariapia Sarcina


Caro Carmelo,
te ne sei andato .............. e non ho avuto il coraggio di salutarti perchè non volevo crederci e rassegnarmi a quel terribile male che ti ha portato via.
Ora sei con noi, nei nostri cuori e il tuo ricordo resterà sempre in chi ti ha apprezzato come compagno di molte lotte comuni e chi ti ha amato come amico.
Marina Zetti


La Federazione tutta  RdB/CUB Calabria partecipa commossa prematura scomparsa compagno Carmelo, esprimendo le più sentite condoglianze ai familiari  per grave perdita.


Caro amico, eri un compagno di stanza ideale, l'unico che sopportava stoicamente il mio russare.
Mi mancherà quel tuo tono deciso, ma bonario. Mi mancherà la tua umanità.
Mi mancherà la tua determinazione.
Ti abbraccio compagno valoroso.
Peppe Toscano - Rappresentanze Sindacali di Base Università Mediterranea


Ho diversi ricordi simpatici di te ma uno in particolare, il passaggio in auto che mi desti per Firenze di ritorno da un seminario sindacale tenutosi al "castelluccio" di De Palma. Come non ricordare il tuo modo ironico per sdrammatizzare anche le cose più serie. Ciao Carmelo
Sergio il "pompiere"


Ciao Carmelo
Da quando ti ho conosciuto non ho conosciuto solo il compagno sindacalista ma eri diventato per me il fratello maggiore,che mi incitava quando mi
trovavo in difficoltà, di te mi ricorderò sempre il tuo grande spirito combattivo, che mi accompagnerà sempre nel tuo ricordo.
Ciao e grazie di tutto quello che ai lasciato.
Giuà come sempre mi chiamavi.


Ti ho ascoltato spesso nelle assemblee dell'organizzazione, senza mai conoscerti personalmente, condividevo il tuo pensiero: chiaro, sarcastico ed incazzato.
Ogni meridionale per dimostrare di esistere deve avere un'angoscia... la tua angoscia era l'ironia!
Da Compagno terrone ti saluto.
Grazie!!!
Nino Lania (Federazione Rdb-CUB Torino)


Caro Carmelo, ti ringraziamo per il tuo coraggio, per le energie che hai dedicato, fino all'ultimo momento, alla costruzione della CUB ed alla difesa dei diritti delle lavoratrici e dei lavoratori. Faremo in modo, per quanto ci è possibile, che questo tuo patrimonio non vada disperso e possa, invece, dare ulteriori frutti.
Mandiamo un affettuoso abbraccio  alle compagne ed i compagni della Rdb ed ai tuoi figli.
Che la terra ti sia lieve.
p la.CUB Lazio-Mario Carucci


siamo molto tristi per la morte di Carmelo!
ci ricorderemo sempre di lui!
Roberto Chiesa, Nicola Erba, Alberto Rovelli - Rdb Cub Bocconi


E' morto un compagno Carmelo Calabrese prestigioso dirigente sindacale, una vita dedicata ai lavoratori e agli ultimi diseredati.
Non dimentichiamoci tutti gli iscritti alle R.d.B., l' apporto che ha portato alla crescita di questa organizzazione, impegniamoci a portare avanti il suo pensiero e il suo lavoro.
Siamo solidali con i figlioli e la famiglia tutta.
Ciao Carmelo, a presto
Tano Schillaci - Palermo


Chi volesse lasciare un messaggio può inviarlo cliccando qui



* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni