Contratti pubblici, tavolo privato? Il ministro Dadone restituisca dignità e regolarità alla trattativa per il rinnovo

Roma -

Apprendiamo dai giornali che il governo si sarebbe impegnato a trovare le risorse per andare al rinnovo dei contratti del Pubblico Impiego e che sarebbe partito un tavolo per verificare tali condizioni.

Sorprende e preoccupa la notizia che il rinnovo dei contratti dei lavoratori pubblici venga discusso su non meglio precisati tavoli “privati” che ignorano l’unica legge sulla rappresentanza sindacale vigente oggi in questo Paese. L’ultima trattativa separata sui rinnovi contrattuali con l’allora Presidente del Consiglio, Renzi, ha portato nelle tasche dei lavoratori pochi spiccioli e nei posti di lavoro una normativa pesantemente peggiorata.

Le tematiche del contratto, a partire dagli stanziamenti vanno discusse nel luogo deputato al confronto e secondo le regole vigenti, cioè al Ministero della Funzione Pubblica, con tutte le Confederazioni maggiormente rappresentative. E non a Palazzo Chigi in un tavolo che vede la presenza dei soli sindacati di comodo.

Ci aspettiamo che il neo ministro Dadone si riappropri con urgenza del ruolo istituzionale che le appartiene e restituisca regolarità alla trattativa, portando questo tema all’incontro del 15 ottobre prossimo, non solo formalmente, ma dando a quel contesto dignità decisionale.

 

USB Pubblico Impiego

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni