Contratto di lavoro

Roma -

biennio 2006-2007

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

LAVORATORI,

si chiude nella nottata del 31 ottobre, la vicenda contrattuale che si trascinava ormai da più di 22 mesi; non si chiude come la RdB/CUB l’aveva concepita, attraverso incrementi economici che valorizzassero le attività del Corpo nazionale, in tutte le sue componenti, in quanto riteniamo scarse le risorse messe a disposizione. I ragionamenti che ci hanno portato a dare il nostro avallo alla conclusione di questa partita sono scaturiti dalla manifestazione del 25 ottobre scorso, dove peraltro da più parti pubbliche è stato riconosciuto che l’accelerazione che il contratto ha avuto è anche merito dei lavoratori che hanno manifestato. Infatti dopo aver incontrato tutto l’arco parlamentare per verificare possibili altre soluzioni siamo arrivati alla conclusione che l’anno 2007 è terminato quindi la spesa del Governo era già stata tutta impegnata; per avere altre risorse bisognava solo “assaltare“ e svaligiare il Quirinale, tanto per intenderci. Grazie anche a chi in questi due anni ha solo sostenuto il Governo “amico” ed ora si è inventato oppositore .. di che cosa non si è capito. Si perché ieri sera dopo una lunga trattativa il sindacato CGIL, non ha ritenuto di firmare (da evidenziare che una presa di posizione di tutti a non firmare con questo Governo si sarebbe temuto in uno slittamento a non si sa quando…) disquisendo sul tabellare che secondo l’organizzazione non dava risposte al personale amministrativo, senza voler essere polemici più di tanto, riteniamo che ci sono stati 22 mesi per contrastare questo modo di fare del Governo.

 

La partita 2006/2007 si chiude in questi termini: aumenti medi lordi e procapite 2006/2007 per un livello medio sul tabellare che si aggirano intorno alle 102,00 euro – altri soldi per questo periodo non ce ne sono.

 

Dopodiché si è convenuto di stilare un protocollo di intesa con l’amministrazione dove, a seguito sempre delle battaglie dei lavoratori che il 25 ottobre sono stati gli unici in piazza, a cominciare dall’1.01.2008 verranno incrementate le indennità:

 

- 2 euro in più al giorno sull’indennità operativa, 11 turni medi al mesi altre 22,00 euro mensili;

- 1 euro in più per il personale giornaliero per ogni turno di servizio.

 

Inoltre immediatamente conclusa questa partita, nel giro di una settimana ci si incontrerà con l’amministrazione per decidere come stilare il “patto per il soccorso” dove altri finanzianti che dovrebbero pervenire dalla finanziaria (le promesse del governo sono di circa 10 milioni di euro) che saranno distribuiti al personale.

 

Nelle more di tutto ciò per volontà della RdB/CUB, al fine di sottoscrivere il sopra riportato accordo la Funzione Pubblica ha sottoscritto un protocollo dove in mancanza delle parti normative si farà riferimento al CCNL sottoscritto all’ARAN di natura privatistica.

 

L’altro impegno dell’amministrazione è stato quello di farci pervenire nel più breve tempo possibile il piano di Governo sull’aumento di organico con assunzioni e stabilizzazioni.

Per quanto ci riguarda non riteniamo il massimo quanto proposto dal Governo, ma l’unica possibilità a fine biennio di portare a casa qualcosa; visto che venerdì prossimo quanto sottoscritto verrà portato al vaglio del Consiglio dei Ministri e subito dopo si vedranno i benefici contrattuali sulla busta paga.

 

Vi terremo informati più dettagliatamente nei prossimi giorni.

Ultime Notizie

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni