Contratto Funzioni Centrali, trattativa in salita all'Aran

Nazionale -

Si è aperta questa mattina all’Aran la stagione dei rinnovi contrattuali per i circa 250.000 lavoratori e lavoratrici del neonato comparto delle Funzioni Centrali che ha accorpato i vecchi comparti Ministeri, Agenzie  Fiscali e  Parastato. Un comparto la cui nascita ha fatto emergere fin dal primo istante la difficoltà di arrivare alla sigla di un contratto che dovrebbe unificare settori profondamente diversi dal punto di vista organizzativo, retributivo, normativo e  della classificazione del personale.


“E non è l’unica difficoltà – dice Luigi Romagnoli di Usb Pubblico Impiego - Sul fronte economico la promessa degli 85 euro, finora senza copertura, rimane totalmente inadeguata per rispondere a un blocco contrattuale e salariale che si protrae ormai da otto anni”.

 

Usb ha ribadito al tavolo le richieste contenute nella propria piattaforma contrattuale:

 

  • 300 euro mensili di aumento uguali per tutti
  • Un sistema di classificazione costituito da un’unica area generale per rispondere ai problemi del mansionismo e del blocco delle carriere
  • La riduzione dell’orario di lavoro a parità di retribuzione per favorire assunzioni che garantiscano i servizi e consentano il necessario ricambio generazionale

Sono questi i tre cardini intorno ai quali costruire un contratto vero e realmente innovativo, che essendo oltretutto il primo del settore, farà da apripista a tutti gli altri.

 

Usb Pubblico Impiego

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati