CROCE ROSSA, USB: "SOLIDARIETA' AI LAVORATORI IN OCCUPAZIONE AL COMITATO PROVINCIALE CONTRO MANCATA ASSUNZIONE"

Roma -

In queste ore un gruppo di oltre 50 lavoratori sta occupando la sede del Comitato Provinciale della Croce Rossa Italiana di Roma

“La forte protesta nasce dalle bugie e false promesse messe in piedi dalla C.R.I., dalla Regione, dall’A.R.E.S. 118 e da quei sindacati che hanno voluto e sottoscritto una convenzione di 19 milioni di euro l’anno tra la CRI e l’ARES 118, per la copertura di numerose postazioni territoriali del 118, con l’accordo del mantenimento dei posti di lavoro” dichiara Massimiliano Gesmini  dell’USB della Croce Rossa.

 

“Ora questi lavoratori, che sono stati utilizzati dalla C.R.I. come pedina di scambio per ottenere la Convezione milionaria,  messa sotto accusa in queste ore per il tentativo della stessa CRI di subappaltare all’esterno il personale, rischiano per l’ennesima volta di rimanere senza lavoro mentre l’emergenza territoriale sarà affidata ai volontari e alle agenzie interinali con evidente diminuzione della qualità del servizio” continua il sindacalista USB.

 

“Ma quale spending review! E’ sempre la stessa storia: si esternalizzano i servizi sanitari, nel caso specifico uno di vitale importanza come il 118, si aumentano i costi diminuendo la qualità e si buttano per la strada i lavoratori. Per quanto ci riguarda esprimiamo la massima solidarietà e appoggio alla sacrosanta protesta dei lavoratori” conclude Gesmini.

Sciopero della Sanità pubblica e privata

Assemblea Nazionale USB INPS

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni