Finanziaria. PUBBLICO IMPIEGO: IL MINISTRO NICOLAIS SEMBRA VOLER ARRIVARE A TUTTI I COSTI ALLO SCONTRO

Roma -

Il Ministro Nicolais con Cgil Cisl e Uil, attraverso l’utilizzo di tavoli "segreti", tenta di rilanciare una nuova stagione di concertazione con l’obiettivo di smantellare definitivamente la pubblica amministrazione.
"A quanto pare il Ministro una ne fa e cento ne pensa" - dichiara Paola Palmieri delle RdB-CUB PI.. " Prima ha ipotizzato la cancellazione di 400 mila posti di lavoro nel pubblico impiego; poi ha richiesto il blocco dei contratti integrativi e l’allungamento della vigenza contrattuale a tre anni con la conseguente moratoria dei rinnovi contrattuali da fare; ha continuato dando i numeri sulle ipotetiche assunzioni dei lavoratori precari della P.A., proponendo la stabilizzazione in 4 anni solo per alcuni e oggi, dalle pagine dei principali quotidiani, si esercita in fantomatiche e assurde soluzioni attraverso il lavoro part-time".
"L’unico fatto concreto realizzato fino ad ora dal Ministro – prosegue Palmieri - è stato quello di dimostrare una totale discrezionalità nelle relazioni sindacali tentando così di trovare soluzioni solo con quei sindacati di comodo disposti a condividere le scelte derivanti da un Finanziaria lacrime e sangue".
"Invitiamo il Ministro il 6 ottobre, allo sciopero con manifestazione nazionale a Roma dei precari della P.A., dove è prevista la partecipazione di decine di migliaia di lavoratori precari pubblici" conclude Palmieri.

RdB/CUB Pubblico Impiego

altre notizie sul sito nazionale

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni