HANNO FATTO LA FESTA...AI LAVORATORI!

Roma -

Il 17 marzo 2011 è festa nazionale per i 150 anni dell'Unità d'Italia.

Il governo, per non inimicarsi Lega e Confindustria, sostituisce il 4 novembre (festività soppressa) con il 17 marzo.

Pertanto quest'anno le giornate di recupero per festività soppresse saranno tre e non quattro.

 “Art. 1   (Decreto Legge 22 febbraio 2011 n. 5 – Disposizioni per la festa nazionale del 17 marzo 2011)

  1. Limitatamente all'anno 2011, il giorno 17 marzo  e'  considerato giorno festivo ai sensi degli articoli 2 e 4 della  legge  27  maggio 1949, n. 260.

  2. Al fine di evitare nuovi o maggiori oneri a carico della finanza pubblica e delle imprese private, derivanti da  quanto  disposto  nel comma 1, per il solo anno 2011 gli effetti economici e  gli  istituti giuridici e contrattuali previsti per la festivita' soppressa  del  4 novembre non si applicano a tale ricorrenza ma, in sostituzione, alla festa  nazionale  per  il  150°  anniversario  dell'Unita'   d'Italia proclamata per il 17 marzo 2011.

  3. Dall'attuazione del presente decreto non devono derivare nuovi o maggiori oneri a carico della finanza pubblica.”

COSI’… DI 150 IN 150 VOGLIONO FAR PAGARE TUTTO AI LAVORATORI!

-150/2009 LA LEGGE DI BRUNETTA CHE VUOLE FAR PAGARE AI LAVORATORI LA PSEUDO MERITOCRAZIA

-150 MILIARDI DI EURO IL COSTO DELLE  TRE  PROSSIME FINANZIARIE

-150ANNI DELL’UNITA’ D’ITALIA CHE VENGONO PAGATI DAI LAVORATORI CON UNA GIORNATA DI FERIE OBBLIGATORIA

PRIMA CHE CI RICACCINO 150 ANNI INDIETRO DICIAMOGLI BASTA!

 

L’11 MARZO IL SINDACALISMO DI BASE SARA’ IN PIAZZA CON UNO SCIOPERO GENERALE DI TUTTE LE CATEGORIE LAVORATORI PUBBLICI E PRIVATI EGENERALIZZATO PER TUTTE LE REALTA’ SOCIALI:  LAVORATORI, CITTADINI, IMMIGRATI, SFRATTATI, PRECARI, DISOCCUPATI, CASSAINTEGRATI….

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni