IGIENE AMBIENTALE: VENERDI' 22 GIORNATA DI MOBILITAZIONE CONTRO IPOTESI DI RINNOVO CCNL

Roma -

Presidio davanti sede Federambiente. Roma, lungotevere Mellini 27 – Ore 15.00

Per contrastare l’ipotesi di rinnovo del contratto collettivo di Federambiente, che riguarda i servizi di igiene ambientale pubblici, l’Unione Sindacale di Base indice per venerdì 22 luglio una giornata di mobilitazione nazionale con presidio davanti la sede di Federambiente, in Lungotevere Mellini a Roma.

 

Per la USB, i sindacati Cgil, Cisl, Uil, Fiadel e Ugl hanno firmato l’ennesimo contratto a perdere, peggiorando le condizioni di lavoro e abbattendo ulteriormente salari e diritti, ma anche blindando le elezioni RSU a proprio piacimento.

 

Spiega Luigi Marinelli, dell’Esecutivo USB Lavoro Privato: “Questa è una ipotesi di contratto che prevede un aumento di soli 115 Euro lordi per i prossimi tre anni, con decurtazioni per le malattie brevi, peggioramenti sull’orario di lavoro, rottamazione dei lavoratori inidonei. Su questa ipotesi di contratto i lavoratori non vengono realmente coinvolti, né con assemblee, né tantomeno con un referendum”.

 

“Ma non solo – incalza Marinelli - su richiesta dei sindacati Cgil-Cisl-Uil-Fiadel, questo rinnovo va ad includere il restringimento del ruolo delle RSU ed uno sbarramento ai sindacati di base, i quali solo per presentare una lista alle elezioni dovrebbero preventivamente raccogliere il 20% delle firme dei lavoratori”.

 

Conclude il rappresentante USB: “Ecco la prima realizzazione pratica dell’accordo interconfederale sulla rappresentanza del 28 giugno scorso, il ‘porcellum sindacale’ che prevede la riscrittura delle regole sul funzionamento e la elezione delle RSU, attaccando le libertà sindacali ed il diritto dei lavoratori di votare ed eleggere i propri rappresentanti”.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni