IL CONIGLIO DAL CILINDRO

Roma -

In allegato la circolare prot. 30268 del 25 febbraio 2011.

Il 23 febbraio 2011, in occasione dell’ultima riunione tra l’Amministrazione del MEF, quella dell’AAMS e le Organizzazioni Sindacali, la USB ha cercato in tutti i modi di ricevere risposte in merito alle misure predisposte per affrontare il passaggio del personale delle DTEF all’AAMS e delle funzioni alle RTS.

Non é arrivata alcuna risposta, tanto che nel successivo comunicato della nostra Organozzazione Sindacale si è denunciato l’immobilismo operativo riportando ironicamente i “penseremo, vedremo, faremo” usati dalla delegazione della RGS.

Adesso ”l’introspezione riflessiva” ha tirato fuori il coniglio dal cilindro sotto forma della circolare prot. 30268  del 25 febbraio 2011, inerente l’attività di affiancamento, redatta dal Dipartimento generale dell’Amministrazione del personale e dei servizi e dalla Ragioneria Generale dello Stato con il verosimile beneplacito dell’AAMS.

La suddetta circolare, indirizzata ai Direttori degli Uffici periferici del MEF e all’AAMS, di fatto rende solamente formale il passaggio del personale ex DTEF all’AAMS, predisponendo la continuazione dell’affiancamento in 37 sedi fino al 30 giugno 2011.

L’Amministrazione fa ancora di peggio nel metodo usato: non ha neppure il coraggio di informare nelle sedi preposte le Organizzazioni Sindacali, affrontando quindi il confronto tra le parti, ed emana atti unilaterali di dubbia legittimità anche formale.

Questa prassi non solo viola ma offende il sistema delle relazioni sindacali e denota una povertà culturale fatta di omissioni, sotterfugi e rattoppi improvvisati alle evidenti carenze organizzative.

La USB MEF aveva già ampiamente previsto che tutto sarebbe ricaduto sulla pelle dei lavoratori.

Il percorso di questa operazione è stato costellato da improvvisazioni e invenzioni dell’ultimo momento come in un gioco di prestigio.

La circolare del “coniglio dal cilindro” è l’ultima trovata per prendere tempo e scaricare tutto sui lavoratori in attesa di chissà quale evento salvifico!

La USB MEF ritiene inaccettabile la condizione lavorativa a mezzo servizio prevista da questo provvedimento che, tra l’altro, forza pure la data del 1 marzo contenuta nella norma per il passaggio del personale delle DTEF all’AAMS.

La nostra Organizzazione Sindacale, insieme alle altre azioni sindacali di protesta, verificherà anche la rispondenza normativa di questa circolare e nel contempo invita tutti i lavoratori a segnalare disagi ed eventuali abusi individuali e collettivi che si determineranno dal 1 marzo.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni