INFORMAZIONI AI LAVORATORI

Roma -

In allegato l'informativa dell'Amministrazione e la richiesta di incontro della USB MEF.

TURNI E REPERIBILITA’

 

Il 25 maggio 2011 l’Amministrazione ci ha inviato la nota (che alleghiamo) concernente la quantificazione di turni e reperibilità non autorizzati, effettuati presso il  Dipartimento della Ragioneria Generale dello Stato e il Dipartimento del Tesoro nel primo trimestre del 2011, specificando che l’informazione è stata fornita alle Organizzazioni Sindacali in applicazione dell’accordo FUA 2010 sottoscritto in data 27 aprile u.s..

La USB MEF aveva già denunciato duramente lo sforamento di quest’istituto avvenuto nel corso del 2010 in palese violazione di tutte le norme contrattuali ed aveva diffidato l’Amministrazione dall’utilizzare impropriamente i fondi del FUA per sanare situazioni fuori controllo in assenza di preventive ed opportune verifiche.

La stessa Amministrazione si era impegnata a produrre, in tempi brevi, un progetto complessivo di riorganizzazione dei turni e reperibilità con l’individuazione di criteri oggettivi e trasparenti.

Invece, come se nulla fosse, viene trasmessa la suddetta informazione a consuntivo che vergognosamente reitera di fatto, anche per il 2011, una gestione di queste particolari posizioni lavorative del tutto incontrollabile e unilaterale.

La USB MEF reputa del tutto inaccettabile questo metodo “furbesco” dell’Amministrazione e non è in alcun modo disponibile a vedere sottratte le risorse economiche che appartengono a tutti i lavoratori in favore di detti istituti senza poterne verificare la necessità e l’equo utilizzo.

Questa Organizzazione Sindacale ritiene, quindi, che il pagamento di turni e reperibilità non autorizzati debba essere congelato ed eventualmente conguagliato successivamente alla definizione di un urgentissimo ed apposito accordo complessivo concernente le particolari posizioni lavorative.

Qualora intenda proseguire con questa modalità extra-contrattuale, l’Amministrazione si assumerà la piena responsabilità di tutte le conseguenze provocate anche ai lavoratori che svolgono questa attività per effettive e documentate necessità.

 

RAGIONERIE TERRITORIALI DELLO STATO

 

La situazione operativa delle RTS continua ad essere disastrosa anche per la mancanza di qualsivoglia intervento dell’Amministrazione.

Questi uffici sono letteralmente abbandonati a loro stessi, con ricadute sempre più pesanti sulle condizioni operative dei lavoratori e sulla quantità e qualità dei servizi.

L’Amministrazione tenta colpevolmente di minimizzare la situazione, ma continuano ad arrivare segnalazioni di disfunzioni e paralisi operativa di varia natura.

Lo storico servizio d’assistenza fiscale è stato annullato in diverse RTS ed ancora sono paralizzate le Commissioni mediche di verifica prima presenti su tutte le province ed ora solo nei capoluoghi di regione.

La logistica provoca interrogativi e dubbi, come già successo per la RTS di Salerno e adesso con quella di Siena.

Persino i normali servizi d’istituto sono a rischio o sospesi, come ad esempio nella RTS d’Aosta la cui Direzione ha inviato la nota di seguito riportata: Si comunica che, causa assenza dell’unico addetto ormai non più sostituibile, a decorrere dalla data del 6 giugno 2011 e sino alla data del 17 giugno 2011 si interrompono i servizi di assistenza/vigilanza e monitoraggio inerenti  le seguenti attività della Ragioneria territoriale di Aosta:  Conto annuale del personale; relazione annuale al predetto conto annuale;  monitoraggio trimestrale della spesa; SIOPE. Con separata comunicazione si informerà l’utenza e gli altri soggetti interessati della citata interruzione. Distinti saluti. Il Direttore”

La USB MEF aveva ampiamente previsto le conseguenze dello smantellamento territoriale del MEF ma nessuno avrebbe mai potuto pensare che l’Amministrazione potesse arrivare a tale livello di incapacità gestionale e vergognosa latitanza sulle problematiche denunciate.

FUA 2010, SVILUPPI ECONOMICI, SIVAP

Si è ancora in attesa della certificazione da parte degli organi di controllo dell’accordo FUA del 27 Aprile 2011. La USB MEF, pur non avendolo sottoscritto, ritiene che il pagamento debba avvenire entro luglio 2011 al fine di ripristinare le abituali tempistiche della corresponsione del salario accessorio ai lavoratori.

La nostra Organizzazione Sindacale non è disponibile a tollerare colpevoli ritardi come quelli avvenuti in occasione della lavorazione del FUA 2009, anche perché non giustificabili da tempi tecnici o inconvenienti di altra natura.

In ordine al completamento delle lavorazioni di controllo delle domande concernenti gli sviluppi economici, la USB MEF ritiene che la stesura delle graduatorie non possa essere procrastinabile oltre il mese di giugno p.v..

L’Amministrazione ha comunicato per le vie brevi che il controllo delle istanze è in fase di ultimazione ma questa Organizzazione Sindacale rimane in attesa della formalizzazione delle suddette comunicazioni e della convocazione di un incontro su questa specifica fattispecie.

Infine, per quanto riguarda l’introduzione in via sperimentale, a decorrere dal 1 luglio p.v., del Sistema di valutazione della performance individuale (SIVAP), l’Amministrazione non ha fornito ulteriori informazioni a seguito dell’incontro del 27 aprile u.s. e pertanto non si conoscono i provvedimenti che la stessa sta predisponendo per la messa in opera di questo famigerato strumento.

La nostra Organizzazione Sindacale ha già espresso la sua determinazione a combattere e sabotare quest’odioso sistema ed è pronta a rispondere con le conseguenti azioni di lotta e resistenza coinvolgendo tutti i lavoratori.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni