INPS TV. CENTINAIA DI VIDEO NEGLI SPAZI D'ATTESA DEGLI SPORTELLI

Nazionale -

Comunicato n. 09/11 (2/2)

Alla faccia della riduzione della spesa delle amministrazioni pubbliche, l’INPS si appresta ad installare in ogni reception un televisore del tipo di quelli che si trovano negli uffici postali, dove scorrono le notizie fornite dall’agenzia ADNKRONOS e si proiettano immagini “divulgative”, per esempio sulle diete alimentari.

 

I primi due apparecchi sono stati collocati negli spazi d’ingresso della DCSIT all’Eur e nella saletta d’attesa della DIREZIONE GENERALE. “Una spesa di cui si sentiva effettivamente la necessità…” Da “Striscia la notizia” l’installazione dell’apparecchio in DCSIT, posizionato accanto ai tornelli d’ingresso. E’ risaputo che la DCSIT non riceve pubblico e, quindi, ci chiediamo a chi sia destinato il servizio. Forse ai 1.500 informatici delle ditte esterne che transitano nei locali della direzione centrale della tecnologia informatica? MISTERO!!!

 

Chissà se tutto questo è il frutto di qualche altra convenzione con Poste SpA…

 

A noi sembra una vergogna ed un insulto, nel momento in cui si cancella il servizio del 730, l’invalidità civile è nel caos, gli interinali saranno mandati a casa e nelle sedi e nelle agenzie manca la carta per le fotocopie, si lesina su penne, cucitrici e sugli altri supporti necessari all’attività quotidiana.

 

Ci sembra una vergogna che si sperperi denaro pubblico e parallelamente si riducano le risorse per retribuire la produttività.

 

Ha vinto l’ignoranza e finalmente qualcuno potrà chiamare l’INPS, a ragione, IMPS (Istituto Markettari Pronto Servizio).

 

Ribelliamoci a questa vergogna. Impediamo l’installazione degli apparecchi nelle sedi. In DIREZIONE GENERALE preannunciamo un blitz di protesta per i prossimi giorni: oscureremo gli apparecchi di INPS TV, così come le telecamere installate sui tornelli in  violazione alla privacy dei dipendenti.

 

La prossima iniziativa dell’INPS potrebbe essere quella di posizionare nella reception delle sedi le SLOT MACHINES, magari accanto al totem con le faccette tanto care al ministro Brunetta. I soldi per giocare ai pensionati glieli presterebbero, a tassi ovviamente agevolati, le banche o gli intermediari finanziari con cui l’INPS ha firmato la convenzione per la cessione del quinto della pensione!!!

 

Una volta si diceva che dalle sponsorizzazioni sarebbero entrate risorse economiche da destinare al pagamento della produttività dei lavoratori. Non è che invece è finita che è l’INPS a pagare con soldi pubblici le sponsorizzazioni di soggetti privati? E’ lecito aspettarsi una parola di chiarimento dall’amministrazione?

 

 

 11 MARZO 2011

SCIOPERO GENERALE GENERALIZZATO

INTERA GIORNATA LAVORATIVA

MANIFESTAZIONE NAZIONALE A ROMA

ORE 9.30 PIAZZA DELLA REPUBBLICA

. . .

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni