Lavoratori precari ed occasionali: riprende l'esame dei disegni di legge in Commissione Difesa al Senato.

Roma -

L’atteggiamento sostanzialmente negativo tenuto dalle forze politiche di maggioranza e l’insufficiente solerzia dimostrata dall’opposizione hanno portato ad aspettare quasi due anni affinché si riavviasse il dibattito in Commissione Difesa del Senato sui disegni di legge  n. 1462 (relativo a tutto il personale precario dei ruoli civili della Difesa) e dei disegni di legge nn. 1470 e 1517 (concernenti i soli lavoratori occasionali del Genio Campale).  

Alla luce della dichiarata manifestazione di tutti i Governi di negare l’assunzione a questo personale, la USB ha impostato una vertenza sul doppio binario locale e nazionale, con l’obiettivo della stabilizzazione di tutti i lavoratori che vivono una condizione di precarietà.  

In particolare, le norme “ammazza precari” introdotte dalla legge 133/08 di Brunettiana memoria (sempre lui!) hanno toccato i lavoratori occasionali a tempo determinato che operano nei reparti del Genio Campale per i lavori di manutenzione dell’Aeronautica Militare.  

Precari da anni, esclusi ingiustamente dalle leggi di stabilizzazione, i lavoratori occasionali (OTD) continuano a dare il proprio insostituibile contributo anche nonostante la problematica della scarsa disponibilità di risorse economiche a disposizione delle Forze Armate.  

A fronte di questa palese ingiustizia, battendoci da anni a difesa e per la stabilizzazione degli OTD, la USB Difesa è intervenuta sollecitando ed ottenendo la proroga e la deroga al limite del triennio dei contratti per evitare il rischio licenziamento, avviando e stimolando parallelamente il dibattito politico.  

Il discussione è ripresa in Commissione Difesa e, in ordine alle tematiche, ha disposto l’audizione del Direttore Generale del Personale Civile ed il Direttore Generale del Genio Militare in date che saranno successivamente definite.  

Vista la celerità con cui si affronta questa problematica, riteniamo che ben altro serva per giungere alla tanto auspicata assunzione dei lavoratori precari e degli OTD della Difesa, ben altro della sola strumentalizzazione e della propaganda di qualche organizzazione sindacale, ma è necessario rilanciare con forza la vertenza a partire dai territori per stimolare un maggior interessamento e celerità. 

p/Coord.Nazionale USB Difesa         

        Massimo Solferino

 

Roma, 14 marzo 2011

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni