Mobilità Capi Squadra.

BOZZA

          Questa Amministrazione, si trova nella necessità di procedere ad un primo aggiornamento delle aspirazioni al trasferimento di sede, da parte dei Capi Squadra in servizio, per le situazioni più urgenti, fermo restando l’intendimento di procedere ad una successiva analoga ricognizione delle aspirazioni relativamente alla situazione complessiva delle vacanze residue.

I Capo Squadra interessati potranno presentare domanda compilando l’unito modello indicando, in ordine di preferenza, 3 sedi, scelte tra quelle di cui all’unito elenco.

            Si trasmette pertanto l’elenco dei posti disponibili nelle sedi sia per i capi squadra generici sia per gli specialisti (All. A), fermo restando che i movimenti del personale interessato avverranno progressivamente tenendo conto anche della possibilità di sostituzione.

         Al riguardo si ritiene di dover richiamare l’attenzione del personale sul fatto che, a seguito della mobilità che sarà effettuata in base alla presente circolare, nelle predette sedi potrebbero rendersi vacanti dei posti a causa del personale uscente dalle stesse per raggiungere una delle sedi richieste. In tal caso, la scelta di tali sedi comporta che il trasferimento vi potrà avvenire automaticamente dal programma informatizzato secondo l’ordine di graduatoria.

            Chi avesse nel passato già avanzato richiesta di trasferimento è tenuto, comunque, a rinnovare la propria domanda, anche nell’ipotesi in cui non intendesse indicare sedi diverse da quelle già richieste; conseguentemente le domande che non verranno confermate nella presente circostanza si intenderanno revocate  e non verranno prese in considerazione.

         Potranno altresì rinnovare la domanda coloro i quali hanno già inoltrato istanza di trasferimento ai sensi della Legge 104/92 e D. L.vo 267/2000 e coloro che ai sensi della stessa normativa sono già stati trasferiti, nella considerazione che detti trasferimenti sono temporanei e sono revocati allorquando vengono meno i presupposti in base ai quali sono stati disposti.

Pertanto le graduatorie saranno compilate secondo i seguenti criteri:

 CRITERI

       Si informa che qualora per la stessa sede vi siano più domande ed il numero dei posti non consente la soddisfazione di tutte le richieste, si procederà con i seguenti criteri:

a) anzianità nella nuova qualifica;

b) a parità di anzianità sarà data la precedenza alla residenza, intendendosi come tale la sede ove gli interessati prestavano servizio con la precedente qualifica.

    Tale sede dovrà essere indicata al primo posto nella domanda di trasferimento.

c) a parità delle precedenti condizioni verrà valutata la posizione di graduatoria.

         Le istanze presentate in data anteriore alla presente circolare saranno considerate superate.

TRASFERIMENTI CAPI SQUADRA SPECIALISTI

        Il personale specialista potrà presentare istanza di trasferimento con le stesse modalità del restante personale ma sarà inserito in graduatorie di trasferimento diverse da quelle ordinarie. Gli specialisti potranno produrre domanda di trasferimento solo per le sedi nelle quali è previsto l’impiego della relativa specializzazione.

        Per gli specialisti, poiché quasi tutti i nuclei presentano notevoli carenze rispetto agli organici previsti, le domande di trasferimento saranno accolte soltanto se si renderà possibile un turn-over con altre unità che abbiano seguito appositi corsi di formazione ove vi sia disponibilità di posti nel nucleo richiesto.           

VALIDITA’ GRADUATORIE

         Alle graduatorie di trasferimento, stilate secondo i criteri vigenti, viene data, a cura dell’Amministrazione e tramite i Comandi, la più ampia diffusione nel rispetto delle norme a tutela dei dati personali.

          Le graduatorie conservano efficacia fino alla data di pubblicazione della successiva graduatoria.

MODALITA’ INOLTRO DOMANDE

          Si rappresenta che per l’inoltro delle domande a questo Ufficio, come nella precedente mobilità del personale operativo, sarà utilizzata una procedura software accessibile per mezzo della rete INTRANET da effettuarsi con il collegamento al sito VFPERSONALE (v. istruzioni prelevabili dal sito e contenute nell’allegato 1).

            Dovrà essere individuato e comunicato a questo Ufficio ai numeri di fax 0646529377 oppure 0646529297 un responsabile del procedimento ed un incaricato, con relativi numeri telefonici, che curi il materiale inserimento delle istanze di trasferimento secondo le istruzioni riportate nell’allegato 1.           

            Si richiama l’attenzione dei Sigg. Comandanti Provinciali sulla delicatezza delle operazioni di inserimento dei dati estratti dalle domande presentate dagli interessati, secondo le istruzioni riportate nell’allegato 1. Tale inserimento, infatti, costituisce indispensabile attivita’ di collaborazione con quella dello scrivente Ufficio per lo svolgimento della complessa operazione di mobilita’ e la buona riuscita della stessa.

            Si invitano, pertanto, i Sigg. Comandanti Provinciali a esercitare la massima sorveglianza affinche’ l’inserimento informatico dei dati abbia perfetta corrispondenza con quelli dichiarati nelle domande presentate dai Capi Squadra, al fine di prevenire discordanze ed eventuale conseguente contenzioso.

L’applicazione per l’inserimento delle domande sarà disponibile dal  ______  al _______ .

Parallelamente all’inserimento attraverso la procedura informatica dovrà essere curata la raccolta delle istanze su supporto cartaceo.

Le stesse  domande  dovranno  essere  presentate  ai  Comandi  entro  il _____.    

I Direttori Regionali sono pregati di voler coordinare, ciascuno per i Comandi di propria pertinenza, l’inoltro delle domande di che trattasi, accompagnando le stesse con elenchi riepilogativi e distinguendo quelle degli specialisti da quelle degli altri Capi Squadra, che dovranno essere consegnate esclusivamente a mano a questa Direzione Centrale – Via Cavour, 5 – 2° piano,  stanza n. 33  entro il  .

Il dipendente può revocare l’istanza di trasferimento prodotta entro e non oltre 10 giorni dalla data di scadenza di presentazione delle domande. L’Amministrazione può valutare le domande di revoca presentate oltre il termine di 10 giorni nei casi di sopravvenute situazioni personali e/o familiari debitamente documentate.

Si richiama l’attenzione sulla necessità che le istanze siano opportunamente ponderate in quanto non saranno accolte revoche  delle domande presentate, se non in caso di particolare gravità.                            

Si precisa che le revoche delle istanze di trasferimento dovranno essere inviate via FAX, ai numeri 0646529297 - 0646529377, nello stesso giorno in cui vengono presentate al Comando.

Si fa presente al riguardo che il personale che dovesse trovarsi fuori sede, in ferie o assente a vario titolo, potrà presentare domanda di trasferimento al più vicino Comando provinciale dei Vigili del fuoco. A tal fine i Comandi d’appartenenza sono pregati di voler esperire ogni utile informativa nei confronti degli interessati.               

I Sigg. Dirigenti di tutti gli Uffici centrali e periferici, sono pregati di prestare la massima collaborazione per il migliore e più rapido espletamento delle procedure accertando, in particolare, che la presente venga diffusa integralmente in tutte le sedi di servizio e tra tutto il personale interessato.

            Si resta in attesa di un cenno di assicurazione.

Ultime Notizie

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni