NO TAV: USB DICHIARA LO SCIOPERO GENERALE SUL TERRITORIO. L'Unione Sindacale di Base contro l'intervento della polizia

Nazionale -

Il pesante intervento della polizia contro la popolazione ed i manifestanti riuniti nel presidio NO-TAV in Val di Susa, preannunciato da giorni dal Ministro Maroni, dimostra l'estrema distanza che esiste ormai tra la politica e gli interessi di potenti lobbies e la vita reale delle persone in carne ed ossa.

L'utilizzo della forza e della polizia per “risolvere” gravi problemi sociali è diventato lo strumento più usato e più odioso di questo governo. USB invita tutti ad opporsi ad un attacco arbitrario che gli stessi avvocati del movimento NO-TAV ritengono illegale ed illegittimo.

USB condanna fermamente l'intervento della polizia e l'attacco ai manifestanti che hanno il solo obiettivo di difendere il proprio territorio dallo scempio ambientale e dalle speculazioni che accompagnano la realizzazione di un'opera tanto costosa quanto inutile.

L'Unione Sindacale di Base, che ha già dichiarato lo SCIOPERO GENERALE su tutto il territorio e che partecipa attivamente alla manifestazione in atto, oltre ad invitare tutti i suoi militanti a rafforzare i presidi NO-TAV, si è fatto promotore di un appello per una immediata mobilitazione anche nella città di Torino presso il consiglio comunale.

 


Comunicato USB Fed.Piemonte

USB Piemonte. SCIOPERO IN VAL DI SUSA


La scrivente confederazione USB Piemonte , ha indetto da oggi uno sciopero ad oltranza , a sostegno  della popolazione Valsusina  , in deroga all’art. 4 della legge 146/90 e successive modificazioni  per tutti i settori di lavoro pubblico e privato per i comuni della Val di Susa interessati dalla TAV.

La proclamazione di sciopero è dovuta al fatto che migliaia di agenti hanno di fatto militarizzato il territorio e questa mattina all’alba sono cominciate le operazioni di sgombero attraverso cariche e lanci di lacrimogeni da parte delle forze dell’ordine.

L’USB  ha indetto un presidio sotto il Comune di Torino  per oggi pomeriggio alle ore 16.00 in solidarietà con la popolazione della Valsusa che resiste alla devastazione del proprio territorio contro la costruzione di un’opera del tutto inutile e dannosa  e chiama  tutti i militanti e iscritti  a far sentire la propria  vicinanza al popolo Valsusino scendendo al suo fianco in difesa delle  proprie ragioni.

Non basterà la forza pubblica a far cambiare idea a chi da sempre è contro la tav.

Torino 27 giugno 2011

.


Comunicato USB Lazio

VAL DI SUSA CHIAMA, ROMA RISPONDE

La Val Di Susa resiste nonostante circa 2000 tra poliziotti, carabinieri, finanzieri e forestali stiano attaccando le barricate erette dal popolo No Tav. Ruspe e lacrimogeni. Scioperi spontanei nelle fabbriche della zona.

A Roma convocato per le ore 16.00 di oggi alla Galleria Colonna una manifestazione di sostegno alla resistenza popolare in Val di Susa.


Diverse fabbriche metalmeccaniche della Valle di Susa questa mattina si sono fermate. Tra queste la Teknocar di Sant'Antonino, la Vertek di Condove, la Savio di Chiusa San Michele. Lo rende noto la Fiom che parla di «scioperi spontanei». Lo sciopero generale è stato lanciato questa mattina da Fiom, Usb e Cub regionali in risposta all'assalto delle forze dell'ordine in Val di Susa e agli scontri che si stanno verificando nei pressi del presidio della Maddalena, l'area di Chiomonte dove dovrebbero avere inizio i lavori per la realizzazione del tunnel geognostico propedeutico alla Torino-Lione.

Roma 27 giugno 2011

.


Comunicato USB Fed.Piemonte

PROSSIME INIZIATIVE

GIA’ NELLA GIORNATA DI IERI , USB PIEMONTE HA PROMOSSO UNA MANIFESTAZIONE A TORINO CONCLUSASI NELLA STAZIONE DI PORTA SUSA A SOSTEGNO DELLA LOTTA DEI VALSUSINI CONTRO LA COSTRUZIONE DELLA TAV E PROTESTARE CONTRO LE VIOLENZE ESERCITATE DALLE FORZE DELL’ORDINE NEI CONFRONTI DEL PRESIDIO NO-TAV AL COLLE DELLA MADDALENA.

OGGI , DOPO L’AFFOLLATISSIMA ASSEMBLEA NO-TAV ( OLTRE MILLE PARTECIPANTI ) SVOLTASI A BUSSOLENO PRESSO IL CENTRO POLIVALENTE ,TUTTO IL MOVIMENTO HA APPROVATO LE INIZIATIVE CHE SI SUSSEGUIRANNO FINO A DOMENICA 3 LUGLIO .

LE PRINCIPALI INIZIATIVE CHE SONO STATE DECISE E VOTATE SONO :

1.    PRESIDI NELLA GIORNATA DEL 28 GIUGNO DALLE 9 ALLE 17.30 PRESSO LE DUE STATALI SSP 24 E SSP 25 ALL’ALTEZZA DI BUSSOLENO ,
2.    FIACCOLATA A SUSA IL 28 GIUGNO ALLE ORE 20.30 CON MANIFESTAZIONE ,
3.    INDIZIONE DI UNA MANIFESTAZIONE NAZIONALE SABATO 3 LUGLIO CON PARTENZA DA SUSA FINO A CHIOMONTE .

L’USB PIEMONTE OLTRE AD ADERIRE  E PROMUOVERE TRA I LAVORATORI LE INIZIATIVE VOTATE , LANCIA UN APPELLO A TUTTE LE STRUTTURE DELL’ORGANIZZAZIONE SUL PIANO NAZIONALE AFFINCHE’ CI SIA UNA MOBILITAZIONE  ED UNA PARTECIPAZIONE DI MASSA ALLA MANIFESTAZIONE DEL 3 LUGLIO A SUSA.

TORINO 28 GIUGNO 2011

.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni