Per i vigili del fuoco Catanzaresi si prevede un'estate difficile.

Catanzaro -

Non c’è bisogno della sfera di cristallo per capire che i giorni che verranno saranno di quelli veramente duri.

E di queste difficoltà, forse, se n’è pure reso conto il dirigente provinciale che alzatosi dalla poltrona è sceso in mezzo ai vigili : a dire il vero è sceso poche volte ai piani bassi, ma quando è stato ha sempre procurato danni.

Ricordiamo quando ebbe modo di dire che al comando vi erano 13 lavoratori “cattivi”; oppure quando affermò che la provincia gli aveva messo a disposizione 100.000 (centomila euro) e che si sarebbe subito attivato per spenderli e rimettere a posto la caserma : li avrà pure spesi, ma non sappiamo come e dove!!

Oggi, alzatosi dalla poltrona è sceso a convincere i vigili a partecipare alla campagna boschiva e quando le parole “dolci” non sono più bastate è passato alle manieri un po’ più rudi, tentando di imporre l’obbligo di lavorare per forza in servizio straordinario.

Ma i vigili, che sino ad ora hanno dato il cuore e l’anima per il comando e l’utenza, ormai sono stanchi di vedersi prendere in giro da gente che solo chiede, promette, ma non da nulla : sono ancora in attesa di vedersi retribuire centinaia di ore di servizio straordinario arretrato come ad esempio il pagamento per il presidio e l’emergenza di Janò; eppure qualche sindacalista in passato si è agitato per giustificare il dirigente (altro che dalla parte dei lavoratori!) poiché si era attivato ed i soldi erano già in dirittura di arrivo; ma di quei soldi nemmeno l’ombra e così i vigili ricorrono alla vecchia, popolare e saggia cultura catanzarese sposando il modo di dire ‘na vota si futta a vecchia!!

Se il dirigente sente tanto la necessità di spegnere il fuoco può cominciare a dare il buon esempio, invece di programmarsi le ferie ed abbandonare i vigili al loro destino su incendi vasti e pericolosissimi come quello avvenuto pochi giorni fa presso una ditta di autodemolizioni nei pressi della centrale EDISON.

La USB –VVF non va in ferie : a fianco dei lavoratori è l’unico sindacato che denuncia uno stato di degrado totale ed assoluto del comando provinciale.

Ultime Notizie

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni