Personale CISIA e Multivideoconferenza

Roma -

USB P.I. - Giustizia chiede la sospensione immediata del provvedimento del Direttore Generale per i Sistemi Informativi Automatizzati con cui si dispone il supporto in aula del personale tecnico CISIA per la multivideoconferenza e la convocazione in merito.

La USB P.I. – Giustizia, in riferimento al provvedimento del Direttore Generale per i Sistemi Informativi Automatizzati del 2 maggio 2020 con cui dispone che il personale assegnato ai CISIA svolga attività di supporto in aula per l’avvio delle attività inerenti alla MVC, di cui è venuta a conoscenza solo attraverso le segnalazioni dei dipendenti, evidenzia le irregolarità in esso contenute.

In primo luogo si sottolinea che la disciplina delle mansioni è soggetta all’obbligo di contrattazione, ai sensi dell’art. 7 lettera v) CCNL 206/2018 funzioni centrali, pertanto non è ammissibile il comportamento reiterato da parte della Direzione Generale per i Sistemi Informativi Automatizzati che emette provvedimenti in tal senso senza il coinvolgimento preventivo delle organizzazioni sindacali e di cui, peraltro, non ha titolo.

Inoltre, le attività oggetto del provvedimento vengono attribuite al personale informatico dei Cisia solo a seguito del mancato rinnovo del contratto scaduto il 4 maggio 2020 che prevedeva la fornitura di tali servizi.

Nell’ordine di servizio si sottolinea l’indifferibilità di tali attività, in quanto lo strumento della multivideoconferenza ha subito una intensificazione nel suo utilizzo proprio al fine di evitare il contagio da covid-19 e il sovraffollamento nei palazzi di giustizia.

Vorremmo chiarimenti per capire se questa inerzia nel rinnovo contrattuale sia dipesa da incapacità manageriali o nasconda una volontà mascherata di operare un “risparmio di gestione” a carico dei dipendenti cisia che, tra le altre, mette gravemente a rischio la salute degli stessi in un contesto dove la mobilità sul territorio dovrebbe essere limitata al massimo.

Non da ultimo rappresentiamo che non vi sono ne’ i presupposti normativi ne’ contrattuali che consentano la partecipazione del personale a tali attività che di seguito si riportano:
a) recarsi presso l’aula di MVC prenotata almeno 45 minuti prima dell’orario di avvio
dell’udienza;
b) contattare la Sala Regia nelle modalità che saranno indicate da ciascun Dirigente del CISIA
o suo delegato;
c) seguire le istruzioni della Cabina per le prove di funzionamento di telefoni e monitor;
d) seguire altre eventuali indicazioni;
e) comunicare all’operatore della Cabina di Regia i riferimenti (indirizzo di PEO istituzionale personale e numero di cellulare di servizio) del personale CISIA come individuato che garantirà la reperibilità nelle modalità definite dal Dirigente.

Si ricorda che gli informatici dei Cisia sono un personale altamente qualificato e non “dei tutto fare”. Svilire la professionalità di questi dipendenti, che stanno divenendo sempre più indispensabili in un contesto di cambiamento repentino come quello attuale, dove la digitalizzazione e l’informatizzazione sono sempre più elemento chiave per l’attività della pubblica amministrazione, è in netto contrasto anche con la performance tanto sbandierata dall’amministrazione.

Inoltre, già si sono verificati dei casi in cui il dipendente assegnato a tale servizio non sia riuscito ad allontanarsi dall’aula per le pressioni del presidente che ne ha richiesto la presenza fisica per tutta la durata dell’udienza anche oltre l’orario di servizio.

Si chiede pertanto l’immediata sospensione del provvedimento in oggetto e una pronta convocazione in merito.

Si rappresenta, che in caso di mancato riscontro questa O.S. si riserva di avviare le procedure ex art. 28 legge 300/1970.

Sciopero della Sanità pubblica e privata

Assemblea Nazionale USB INPS

Ultime Notizie

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni