Protesta delle precarie dei nidi in consiglio comunale

Bologna -

Oggi pomeriggio, nella prima seduta del nuovo consiglio comunale, protesta dei precari dei nidi. Un delegazione di USB insieme ad un gruppo di educatrici e collaboratori precari degli asili nidi, ha interrotto il dibattito nell’aula consigliare,  sollevando uno striscione con scritto “meno 24 giorni dal nostro licenziamento”

 

         In seguito alla riorganizzazione dei nidi, voluta dalla Cancellieri, più di 100 precarie, che lavorano da anni nei servizi educativi di questa città, 

saranno licenziate  il prossimo 30 Giugno.

 

         La sala consiliare gremita di cittadini, ha espresso una grande solidarietà  applaudendo alla protesta delle lavoratrici precarie a cui si sono uniti anche alcuni consiglieri.

 

         Siamo stati ricevuti dalla neo Assessora alla Scuola, Pillati, a cui abbiamo chiesto di fermare la riorganizzazione dei Nidi, salvaguardando  così il posto di lavoro delle 100 lavoratrici precarie e la qualità dei servizi educativi.

 

         L’assessore si è impegnata a portare a conoscenza  “l’emergenza  precarie” alla prima riunione di giunta di domani.

 

         Si è altresì impegnata a  calendarizzare un incontro con USB la prossima settimana, per trovare una soluzione al licenziamento delle lavoratrici e dei lavoratori dei nidi.

 

Bologna, 07/06/2011

 

 

P.USB Comune di Bologna

 

Vilma Fabbiani

 

Antonio Vitiello

 

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni