Provincia di Reggio Emilia. Elezioni RSU: PASSA DALLA TUA PARTE!

Reggio Emilia -

In allegato il volantino

Dal 19 al 22 novembre prossimi come dipendenti della Provincia di Reggio Emilia saremo chiamati al voto per il rinnovo della R.S.U.


Crediamo che questa sia l’occasione per tutti noi di dare una risposta a coloro che in questi anni hanno condotto l’opera di smantellamento della pubblica amministrazione: governi, politici nazionali e locali, sindacati concertativi.


Questi soggetti hanno progressivamente peggiorato le nostre condizioni di lavoro con i blocchi delle assunzioni, ci hanno impoveriti accettando rinnovi contrattuali che non garantivano il mantenimento del potere d’acquisto, perché scandalosamente bassi e arrivati sempre in ritardo: in realtà quando venivano firmati, i rinnovi erano già scaduti;


stanno svuotando di ruolo e significato la pubblica amministrazione, con la firma del memorandum i sindacati concertativi hanno aperto la strada al “governo amico” per privatizzare sempre maggiori settori dei servizi pubblici.


I problemi a livello locale rispecchiano quelli nazionali, con il rinnovo del contratto integrativo aziendale arrivato faticosamente in porto dopo estenuanti trattative;

con il tentativo dell’ente di privatizzare il servizio mobilità affidandolo ad ACT, tentativo che ricordiamo è in buona parte rientrato dopo che come R.d.B. per primi abbiamo denunciato il fatto e promosso la mobilitazione dei lavoratori;

con i ripetuti attacchi alla nostra dignità di lavoratori portati dall’ente in modo arrogante e unilaterale per cavalcare il diffuso sentimento anti-pubblici dipendenti e le manie di controllo degli alti dirigenti e dei politici nei nostri confronti, non ultima l’introduzione del registro, ma anche l’utilizzo dei lavoratori in mansioni e ruoli non consoni alla loro professionalità e preparazione:

ci riferiamo all’alzata d’ingegno della presidente di utilizzare i vigili provinciali finora impiegati egregiamente in compiti di salvaguardia ambientale come agenti di polizia “antistupro”, operazione sfacciatamente d’immagine che non risolve il problema della sicurezza (pattuglierebbero c.so Garibaldi di giorno) ma che in compenso smantella il servizio svolto finora.



E’ ora di una svolta decisa:


·    Per mantenere e rilanciare il ruolo di servizio pubblico e impedire esternalizzazioni e privatizzazioni, sia palesi che mascherate con altri fantasiosi appellativi;


·    Per aumenti salariali che ci permettano di far fronte agli aumenti continui del costo della vita;


·    Per riqualificazioni REALI, basate su una precisa analisi delle situazioni di sottoinquadramento e non sulle alchimie numeriche stabilite dalla giunta;


·    Per impedire che il collega che ti lavora a fianco sia un precario senza prospettive e diritti;


·    Per superare la concertazione, che in tanti anni ha portato solo all’impoverimento dei lavoratori e recuperare il senso vero dell’azione sindacale che dev’essere basata sulla partecipazione e mobilitazione di chi lavora, non sull’azione dei burocrati d’apparato.

Sostieni il sindacalismo di base: vota i candidati della lista R.d.B./C.U.B.

 

·    Maurizio Menozzi, uff. concessioni

·    Gian Maria Valent, uff. agricoltura

·    Roberta Filippi, mobilità sostenibile e sicurezza

·    Paolo Pigozzi, manutenzione strade

·    Daniele Primavori, manutenzione strade

·    Federico Ferretti, servizio lavoro, formazione e diritti cittadinanza

·    Stefano Bagni, centro per l’impiego di Reggio E.

·    Maria Gabriella Turina, pianificazione territoriale e ambientale

·    Hans Roberto Caprari, uff. concessioni

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni