Pubblico Impiego, mercoledì 6 luglio presentazione della ricerca USB sui nuovi assunti. Invitati i ministri Brunetta e Dadone e il presidente Aran Naddeo

Nazionale -

Mercoledì 6 luglio alle 16 presso il Centro Congressi Cavour a Roma, in via Cavour 50/a, sarà presentata l’indagine effettuata da USB tra 1170 nuovi assunti della Pubblica Amministrazione dal 2018. Sono stati invitati i ministri Renato Brunetta e Fabiana Dadone, mentre al tavolo degli oratori siederanno Antonio Naddeo, presidente dell’Aran; il professor Luciano Vasapollo, direttore del Cestes (Centro Studi sulle Trasformazioni economiche e sociali) che ha realizzato l’indagine con USB Ricerca; l’economista Guido Ortona; Lorenzo Giustolisi, USB Pubblico Impiego; Davide Di Laurea, USB Ricerca; Pierpaolo Leonardi, esecutivo nazionale USB.

Dall’indagine emerge un quadro nuovo dei pubblici dipendenti: sono trentenni, per la stragrande maggioranza laureati, con esperienze lavorative nel settore privato, che si sentono sottoimpiegati e chiedono soprattutto formazione.

L’appuntamento di mercoledì 6 luglio oltre a illustrare la ricerca servirà a discutere di quale nuova Pubblica Amministrazione serva e di come realizzarla. Per una nuova stagione di assunzioni, di Stato Sociale, di diritti e tutele.

La presentazione sarà trasmessa sui canali web e social USB in diretta streaming ai link: usb.it ; pubblicoimpiego.usb.it FB USB ; FB USB P.I. 

Unione Sindacale di Base – Pubblico Impiego

DIFENDITI DAL COVID

il vaccino da solo non basta

clicca sull'immagine e scarica la locandina da stampare

Ultime Notizie

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati