Richiesti chiarimenti in merito alle lungaggini dell'iter amministrativo per il conseguimento dei permessi orari previsti dalla legge 104/92.

Nazionale -

Capo del Dipartimento dei Vigili del Fuoco

del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile

Prefetto Paolo Francesco TRONCA


Ufficio I - Gabinetto del Capo Dipartimento

Capo del Gabinetto del Capo Dipartimento

Viceprefetto Iolanda ROLLI


Capo del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco

Vice Capo Dipartimento Vicario

ing. Alfio PINI


Ufficio Garanzia dei Diritti Sindacali

Viceprefetto Aggiunto Giuseppe CERRONE



Con riferimento all’oggetto, si registrano periodi d’attesa che vanno ben oltre i tempi previsti dalla legge, la quale con riferimento ai casi adottati deve rispettare un’improvvisa situazione di disagio del lavoratore. Più volte, lo stesso si trova a dover ripresentare nuovamente tutta la documentazione, in quel caso solo al dipendente è richiesto di farlo in tempi brevissimi. Con questa nota nostra intendiamo ricordare che per ottenere la giusta documentazione sia dalle ASL, uffici aperti a giorni alterni, sia per l’anagrafe, per il certificato storico di famiglia, ci vuole tempo. Senza contare che poi bisogna presentarsi personalmente all’ufficio personale del comando d’appartenenza, pensate a chi abita fuori provincia, per inoltrare tutta la documentazione. Alla luce di tutto ciò, è nostro avviso, chiedervi di accorciare le lunghezze del dipartimento e lenire i il disaggio al lavoratore già in crisi per un problema di tipo familiare, quindi chiediamo espressamente una proroga della data di scadenza, che ora è fissata per il 15 marzo p.v., e una accelerazione o integrazione dell’ufficio lavorativo.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni