SALE OPERATORIE DELL'A.O. LECCO IN LOTTA

Lecco -

IL SINDACATO RdB/CUB I DELEGATI RSU/RdB SOSTENGONO LA LOTTA DEI LAVORATORI DELLE SALE OPERATORIE, DELL’OSPEDALE DI LECCO, CONTRO  LA PROPOSTA PROGETTO, DI QUESTA AMMINISTRAZIONE DI LIBERALIZZARE A SCOPO DI “LUCRO” UNA PARTE DELLE SALE OPERATORIE, PER  ATTIVITA’ PRIVATA, IN PAROLE POVERE VENDITA DI RAMO D’AZIENDA (CC 2112).
L’RdB SOSTIENE IL COMITATO DI LOTTA DELLE SALE OPERATORIE, RICORDANDO PERO’ CHE L’RdB/CUB NON E’ UN SINDACATO AUTONOMO, MA UN SINDACATO DI BASE, E LA RIVOLUZIONE LA PRATICA TUTTI I GIORNI NEI POSTI DI LAVORO, NON SOLO CONTRO I PADRONI, MA PURTROPPO CONTRO ANCHE QUEI SINDACATI CONCERTATIVI (cgil,cisl,uil) E AUTONOMI, CHE PUR DI AVERE UN POSTO AL SOLE CONDIVIDONO TUTTO CON I DIRETTORI GENERALI. E I LORO DELEGATI CHE NELLA R.S.U. AZIENDALE, INVECE DI SOSTENERE IL COMITATO DI LOTTA, DISCUTONO IL VOLANTINO, E CHIEDEVANO DI ALLONTANARE DALLA SEDE SINDACALE UNA LAVORATRICE DELLE SALE OPERATORIE, E L’RdB/CUB CHE VOLEVA PORTARE UN CONTRIBUTO.
PERTANTO L’RdB/CUB HA PROCLAMATO LO STATO DI AGITAZIONE DA MERCOLEDI 24 OTTOBRE DI TUTTO IL PERSONALE DELL’A.O. LECCO E  HA AVVIATO LE PROCEDURE DI CONCILLIAZIONE  PORTANDO QUESTA AMMINISTRAZIONE DAVANTI AL PREFETTO NEI PROSSIMI GIORNI.
MA LA LOTTA NON FINISCE, PERCHE’ QUESTA ORGANIZZAZIONE SINDACALE, PORTERA’ QUESTA LOTTA ANCHE IN REGIONE E AL PARLAMENTO CON 2 INTEROGAZIONI, NELLE SEDE REGIONALE, E PARLAMENTARE.
DIFFIDIAMO LA DIRIGENZA DEL SITRA DI QUESTA AMMINISTAZIONE IN COMPORTAMENTI NON CONFORMI AL CONTRATTO, E ALLA LEGGE 300/70 NEI CONFRONTI DEI LAVORATORI, SE CI FOSSERO SEGNALATI CASI DI INTIMIDAZIONI, O DI ORDINI DI SERVIZIO, DENUNCEREMO NELLE SEDI OPPORTUNE TUTTI I CASI SEGALATECI.
RICORDIAMO AI LAVORATORI CHE L’RdB/CUB METTE A DISPOSIZIONE LA PROPRIA ORGANIZZAZIONE PER QUALSIASI VIOLAZIONE DELLE LEGGI CONTRO I LAVORATORI.
L’RdB/CUB CON LETTERA HA CHIESTO A QUESTA AMMINISTRAZIONE DI AVERE I COSTI DELLE “CONSULENZE”DI TUTTA L’AZIENDA, SOPRATTUTTO DELLE CONSULENZE DELLE SALE OPERATORIE, PERCHE’ QUESTE CONSULENZE, SONO I SOLDI DI TUTTI I CITTADINI, E QUINDI CHI LI AMMINISTRA DEVE RISPONDERE AI LAVORATORI E AI CITTADINI. (La richiesta e stata indirizzata anche per conoscenza all’ufficio della Finanza di Lecco).
L’RdB/CUB E I DELEGATI R.S.U./RdB DOPO L’INCONTRO CON IL PREFETTO INDIRANNO UN’ASSEMBLEA DI TUTTI I LAVORATORI, PER DECIDERE MOMENTI DI LOTTA CONTRO L’ARROGANZA DI QUESTA AMMINISTRAZIONE, E DEI LORO PAGETTI SINDACALI CHE LA CONDIVIDONO.
PERCHE’ QUESTA LOTTA E’ DI TUTTI I LAVORATORI, ED INSIEME DOBBIAMO IMPEDIRE LA PRIVATIZAZZIONE, DELLA SANITA’ MASCHERATA DA QUESTA AMMINISTRAZIONE.
E SE QUESTA AMMINISTRAZIONE NON FARA’ UN MEA CULPA, QUESTA LOTTA LA PORTEREMO NELLE PIAZZE DI QUESTA PROVINCIA, PERCHE’ I CITTADINI I PAZIENTI E I LAVORATORI NON SONO MERCE  PER QUALCHE SIGNOROTTO FEUDATARIO.

Ultime Notizie

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni