THALES ALENIA SPACE: PAPI (USB), LIETI CHE FIOM SIA PRONTA A SOSTENERE IL MANDATO DI TUTTE LE RSU. MA LA DEMOCRAZIA SINDACALE NON E' UNA VARIABILE

Roma -

“Siamo lieti di apprendere dai media che la FIOM si dichiarerebbe pronta ad intraprendere tutte le iniziative necessarie perché tutte le Rappresentanze sindacali possano svolgere il loro mandato”, così Emidia Papi, dell’Esecutivo Confederale dell’Unione Sindacale di Base, in merito alla posizione recentemente assunta dalla FIOM nazionale su quanto avvenuto alla Thales Alenia Space, l’azienda del gruppo Finmeccanica dove anche la FIOM ha chiesto che nelle commissioni scaturite dall’accordo integrativo aziendale del 2005 siano presenti solo le RSU di FIM FIOM e UILM, con la conseguente esclusione delle RSU USB in quanto l’USB non è firmataria dell’accordo stesso.

 

“Sorprende - prosegue Papi - che la Fiom affermi di apprendere dai media riguardo alle iniziative assunte all’interno del gruppo Thales Alenia Space da parte della sua stessa Segreteria Nazionale, cofirmataria, unitamente alle Segreterie Nazionali di FIM e UILM, della richiesta di esclusione della nostra organizzazione sindacale; la quale – ricorda la dirigente USB – alle elezioni ha ottenuto lo stesso numero di rappresentanti della FIOM”.

 

Sottolinea Papi: “Il fatto che nella proposta di legge di iniziativa popolare sulla rappresentanza, presentata dalla FIOM solo pochi mesi fa, venga ribadito il concetto che per aver garantiti i diritti di rappresentanza in azienda un’organizzazione sindacale debba essere ‘firmataria di contratto, suscita però il dubbio che l’idea di rappresentanza a cui la FIOM fa riferimento sia una variabile”, conclude la dirigente USB.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni