TORINO: I LAVORATORI HANNO OCCUPATO LA TORRE DI PALAZZO MADAMA PER GRIDARE LA LORO INDIGNAZIONE: NO AI LADRI DI FUTURO! NO AI LADRI DI DEMOCRAZIA!

Torino -

OGGI A TORINO I LAVORATORI DEL PUBBLICO E DEL PRIVATO ESCONO DAI LORO POSTI DI LAVORO PER GRIDARE IN PIAZZA LA LORO INDIGNAZIONE.

La manovra economica varata dal Governo, a giudicare dalle prime anticipazioni, sarà un colpo mortale per lavoratori, pensionati, precari, studenti, cittadini tutti.
Tagli ai servizi pubblici, attacco alle pensioni, ancora blocco dei contratti dei pubblici dipendenti, blocco totale del turn over, licenziamento di migliaia di precari.

A lor signori non pareva ancora abbastanza, e quindi mettono in atto una manovra su tasse e IVA concertata che ricadano in modo pesante sulle condizioni di vita dei lavoratori dipendenti,  dei ceti popolari, dei migranti.

Con l'accordo sottoscritto da cgil, cisl, uil e confindustria sulle nuove regole dei contratti di lavoro, diventa di fatto VIETATO SCIOPERARE contro gli accordi sottoscritti dalla triplice, senza che i lavoratori abbiano nessun diritto ad esprimersi, inoltre gli accordi aziendali andranno in deroga ai contratti nazionali.

Insomma i sindacati complici e collaborazionisti avranno il monopolio delle relazioni          sindacali.

           VENERDI' 1 LUGLIO PARTE LA MOBILITAZIONE
   NAZIONALE.
          IMMEDIATA DEVE ESSERE LA RISPOSTA!

USB ritiene necessaria aprire una stagione di mobilitazioni fino
all'attuazione dello sciopero generale e generalizzato che coinvolga
TUTTO il mondo del lavoro che coinvolga tutto il sindacalismo
conflittuale,i movimenti dei precari, dei migranti per la difesa del territorio e
dell'ambiente, per il diritto alla casa.

 

OGGI A TORINO I LAVORATORI DEL PUBBLICO E DEL PRIVATO ESCONO DAI LORO POSTI DI LAVORO PER GRIDARE IN PIAZZA LA LORO INDIGNAZIONE.

USB PIEMONTE

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni