Toscana - Entrate, misure anti COVID 19 e altro – notizie e proposte USB in DRE

Firenze -

Mercoledì è stato avviato il tavolo di concertazione con l’Amministrazione teso a siglare in Toscana n. 11 accordi di prevenzione e sicurezza anti Covid-19, 10 per le DP ed uno per la DRE. 

Si tratta del passo successivo rispetto all’adozione del protocollo nazionale sottoscritto da USB, che si allega. In questo documento l’Amministrazione ha recepito, in larga misura, i punti contenuti nella proposta che USB ha portato al tavolo nazionale, unica tra le Organizzazioni Sindacali a presentarsi a tale cruciale appuntamento con un piano articolato e dettagliato.

In sede regionale USB, nell’ottica di una fattiva e concreta collaborazione, ha posto al centro della propria attività di concertazione il documento presentato al tavolo nazionale, che si allega, ed ha altresì posto all’attenzione dell’Amministrazione ulteriori questioni che vengono di seguito illustrate assieme alle risposte ricevute:

TEST SIEROLOGICI: USB ha chiesto se fosse possibile per l’amministrazione prenotarli per i dipendenti che lo richiedono. La risposta è stata che le modalità non sono omogenee, né per le diverse ASL, né per i diversi laboratori, anche privati, che li effettuano. Pertanto l’Amministrazione non è nelle condizioni di gestire le prenotazioni in prima persona. Inoltre, ci è stato chiarito che i test sono gratuiti, e che le risposte sono coperte da privacy.

CENTRALINISTI NON VEDENTI: USB ha evidenziato le particolari criticità per questi colleghi, sia per recarsi a lavoro che per gestire gli spazi comuni. Siamo stati rassicurati che non è previsto al momento alcun rientro fisico per loro;

BARRIERE PLEXIGASS AGGIUNTIVE A QUELLE DEL FRONT OFFICE: USB ha chiesto che siano installate ulteriori barriere, nell’ottica di anticipare e prevenire eventuali criticità che si presenteranno con l’aumento dell’accesso di pubblico e dei rientri dei colleghi. Solo per esempio abbiamo posto la problematica di allestire postazioni per il contraddittorio al controllo e al contenzioso, e più in generale per la consegna documenti in B.O. ed in tutte le altre realtà. La risposta è stata positiva, si procederà quindi all’ordine di ulteriori barriere, che per fortuna hanno costi contenuti e non rappresentano alcuna criticità.

SANIFICAZIONE CLIMATIZZAZIONE E IMPIANTI CON RICICLO ARIA. USB nella scorsa riunione aveva richiesto informazioni dettagliata in merito, anche per locali che dispongono di impianti “a riciclo di aria”. Per quanto riguarda la climatizzazione dei locali nei quali vi sono impianti dotati di fan coils o split, la sanificazione verrà effettuata una volta a settimana e sarà posta in evidenza la data dell’ultima sanificazione con un cartellino su ogni unità, con l’indicazione che, se l’ultima sanificazione è stata effettuata anteriormente ad una settimana, il dispositivo non potrà essere acceso e sarà effettuata una segnalazione all’ufficio competente.

Per gli impianti a riciclo di aria, alcuni sono stati modificati in modo che lavorino senza riciclo, mentre quelli per cui non è stata possibile la modifica è stato disposto che non passano essere accesi. E’ stato altresì assicurato che nei casi in cui non sarà possibile utilizzare gli impianti di condizionamento dell’aria, sarà effettuata una manutenzione straordinaria agli infissi degli uffici In modo da assicurare, in linea con le indicazioni sanitarie, la necessaria areazione dei locali, ancora più fondamentale in questo periodo. USB ha evidenziato, a tal proposito, che in alcuni uffici ci sono ambienti con finestre apribili solo a vasistas, o comunque che potrebbero non garantire l’adeguato ricambio di aria, chiedendo una ricognizione degli stessi, ed eventualmente che sia disposto il non utilizzo degli stessi.

CONTACT CENTER abbiamo richiesto notizie rispetto all’andamento dei cosiddetti “contact center”; infatti ad alcuni colleghi sono state attivate utenze telefoniche che consentono loro di informare ed indirizzare i cittadini, evitando così che molti possano recarsi fisicamente a chiedere informazioni o servizi negli uffici. Sappiamo che alcuni stanno lavorando molto e bene.

MOBILITA’ REGIONALE E STABILIZZAZIONE DISTACCHI: USB ha richiesto la stabilizzazione volontaria dei distacchi in essere, e l’avvio di una mobilità regionale che nella nostra regione non viene fatta ormai da più anni. Torneremo sull’argomento nei prossimi incontri.

L’amministrazione ci ha inoltre informato che la priorità delle lavorazioni riguarda i rimborsi, lo sportello e la Conservatoria, e che saranno di nuovo informati tutti i professionisti e le associazioni di categoria sulla necessità di utilizzare i servizi telematici per tutti i prodotti ove sia possibile tale utilizzo. A breve probabilmente partirà anche una campagna informativa televisiva, su iniziativa della Direzione Regionale della Toscana. In merito alla prosecuzione del lavoro agile, alla fine del mese di maggio verrà effettuata una nuova fornitura di pc portatili da distribuire al personale che in alta percentuale sta lavorando con pc di proprietà. La fornitura dovrebbe riguardare tutti i lavoratori in smart working.

 Infine, si rappresenta che anche in tale sede l’Amministrazione ha ribadito che lo smart working continua ad essere la modalità ordinaria di esecuzione della prestazione lavorativa. Al momento in toscana i colleghi in S W sono circa il 95%. Pertanto raccomandiamo ai colleghi di continuare nel prudente e diligente comportamento sin qua tenuto, con il quale hanno limitato il più possibile l’accesso agli Uffici.

Misurazione temperatura corporea sarà valutata l’opportunità con il medico competente. Per farla con termo-scanner e personale esterno la spesa sarebbe intorno ai 500.000 euro, per la toscana, e questo richiederebbe una gara europea che prevede almeno 6 mesi di tempo. Saranno prese tutte le misure organizzative per consentire il massimo distanziamento fra colleghi e con l’utenza. Attivato il monitoraggio per evitare l’esaurimento delle scorte di DPI.

PRECLUSIONE ASSOLUTA DI PRESENZA IN UFFICIO per soggetti particolari quali: colleghi immunodepressi, portatori di malattie autoimmuni o che coabitano con soggetti portatori di tali patologie o di età superiore a 80 anni. Per l’individuazione di tali soggetti fragili, saranno i colleghi a fare presente la situazione al medico competente, per la protezione della privacy.

Auspichiamo che il lavoro agile sia mantenuto tenendo conto dei colleghi che hanno figli di età fino a 14 anni, considerato che la scuola riprenderà a settembre ed i campi estivi saranno fortemente ridimensionati.

Giovedì ci è stato inviato un accordo in bozza, sul quale ci risentiremo con la Direzione Regionale il prossimo mercoledì 13 maggio. Saranno attivati a breve i tavoli provinciali per i singoli accordi territoriali.

Cari colleghi, USB vi terrà aggiornati sullo sviluppo dell’attività di confronto e come sempre resta a Vostra disposizione per qualsiasi chiarimento e/o segnalazione di criticità che avete potuto riscontrare. Vi ringraziamo delle vostre indicazioni.

USB Sempre dalla tua parte – Sempre!

USB PI Toscana - Agenzie Fiscali

Scarica l'Instant Boook

La presentazione dell'instant Book "Sicuri, a scuola".

Sciopero della Sanità pubblica e privata

Assemblea Nazionale USB INPS

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni