TRASPORTI: OLTRE 300 DELEGATI CUB DA TUTTA ITALIA PRESIDIANO IL MINISTERO PER LA FINE DELLA DISCRIMINAZIONE SINDACALE

Roma -

Oltre 300 delegati provenienti da tutta Italia della CUB Autoferrotranvieri, CUB Aeroportuali, CUB Ferrovieri e CUB Portuali, stanno presidiando dalle 10.30 di questa mattina il Ministero dei Trasporti per chiedere la fine della discriminazione sindacale e l’avvio di tavoli di confronto sulle problematiche prioritarie del settore.

 

Consistente la partecipazione delle delegazioni di Roma, Genova, Reggio Emilia, Napoli, Torino, Trieste, Venezia . Spicca in piazza della Croce Rossa la presenza dei precari dello scalo Alitalia di Fiumicino, con lo striscione: “Altro che stagionali: stagionati”.

 

La CUB, dopo aver sottoscritto nel luglio 2006 un verbale di accordo con il Ministero dei Trasporti ed aver ottenuto a settembre 2007 l’impegno formale per una convocazione da parte del Ministro Bianchi, sollecita così il definitivo avvio di corrette relazioni industriali ed incontro in giornata col Ministro.

 

“Chiediamo al Ministro Bianchi di onorare gli impegni assunti con le migliaia di lavoratori dei Trasporti che si riconoscono nella nostra confederazione”, dichiara Gianpietro Antonini, Coordinatore nazionale della CUB Trasporti. “E’ urgente - prosegue Antonini – avviare dei tavoli di confronto, perché in questa Finanziaria non c’è niente per un rilancio del settore nel suo complesso, niente per i contratti del Trasporto, e niente per verificare e correggere le storture messe in atto dalle liberalizzazioni e privatizzazioni”, conclude il Coordinatore CUB.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni