USB VV.F. non cambia posizione sulla 217/05

Nazionale -

i soliti tavolti tecnici senza portafoglio

Decreto Legislativo 13 ottobre 2005, n. 217. Convocazione incontro. 

Si  invitano  codeste  Organizzazioni  Sindacali  a  partecipare  il  giorno  14  marzo prossimo, alle ore 15.30, presso la Sala riunioni di questo Dipartimento, ad un incontro al fine  di  procedere  ad  una  riflessione  congiunta  in  ordine  alle  modifiche  da  apportare  al Decreto Legislativo 13 ottobre 2005, n. 217.

 


Nazionale – mercoledì, 19 maggio 2010

Ing. Alfio Pini
Capo del C.N.VV.F.

 

Dott.ssa Iolanda Rolli
Ufficio per la garanzia dei diritti sindacali

 

Alla cortese attenzione
tavolo tecnico
perle modifiche del decreto legislativo 217/05

 

 

Cosi come concordato nella riunione del 17 marzo u.s., di seguito si riporta una sintesi delle richieste di modifica dell’articolato che riguarda il personale SATI rispetto al d.l. 217/05, il tutto ad integrazione delle precedenti già presentate.

Questa Organizzazione Sindacale, cosi come è stato per la richiesta di modifiche ai primi articoli del D.L.vo 217/05, ha ritenuto di trasmettere una sintesi delle revisioni che per la scrivente sarebbero auspicabili per il personale SATI.

Si precisa che quello che segue è una semplificazione e una sintesi della rilettura del testo anche alla luce di quanto accaduto e sperimentato sul territorio, in questi anni a seguito dell’emanazione del Decreto di cui trattasi.

La scrivente propone che il personale amministrativo sviluppi la sua carriera in tre ruoli in cui confluisca tutto il personale SATI compreso quello addetto al settore informatico:

1. Ruolo degli operatori ed assistenti amministrativo/informatici

2. Ruolo dei collaboratori e dei sostituti direttori amministrativo-contabili/informatici

3. Ruolo dei funzionari direttori tecnico-informatici

Di seguito si riportano lo sviluppo delle qualifiche dei tre ruoli sopra indicati e le modalità di accesso alle varie qualifiche;

Ruolo degli operatori ed assistenti amministrativo/inf.

1. operatore

2. operatore tecnico

3. operatore esperto

4. assistente

5. assistente capo

6. assistente capo con scatto convenzionale

L’accesso al ruolo avviene senza concorso con chiamata diretta attraverso gli uffici di collocamento.

Il titolo di studio richiesto è il diploma di scuola media inferiore.

Lo stazionamento nelle varie qualifiche è di 4 anni, dopo di che si procede al passaggio alla qualifica superiore a ruolo aperto.

Ruolo dei collaboratori e dei sostituti direttori amministrativo-contabili/informatici

1. vice collaboratore amministrativo contabile *

2. collaboratore amministrativo contabile **

3. sostituto direttore amministrativo-contabile ***

4. sostituto direttore amministrativo-contabile capo

5. sostituto direttore amministrativo-contabile capo con scatto convenzionale

L'accesso alla qualifica iniziale avviene: 50% dall’esterno e 50% interno.

L’accesso dall'interno avviene per concorso, anche con titolo di studio di scuola media inferiore: 60% dei posti a ruolo aperto 40% per titoli ed esami

L’accesso dall'esterno avviene per concorso e viene richiesto quale titolo di studio il diploma di scuola media superiore.

** accesso dall'interno con concorso e diploma scuola media superiore: 60% dei posti a ruolo aperto - 40% per titoli ed esami

*** accesso dall'interno con concorso e diploma scuola media superiore: 60% dei posti a ruolo aperto - 40% per titoli ed esami

Per l'accesso alla qualifica superiore è necessario lo stazionamento di 5 anni in quella inferiore. Stessa permanenza per l'attribuzione dello scatto convenzionale.

Ruolo dei funzionari direttori tecnico-informatici

1. funzionario amministrativo contabile inf– vice direttore *

2. funzionario amministrativo contabile inf. direttore **

3. funzionario amministrativo inf. Vice dirigente ***

4. funzionario amministrativo inf. Vice dirigente con scatto convenzionale

* L’accesso dall'interno avviene con concorso anche con il solo possesso del diploma di scuola media superiore: 60% ruolo aperto 40% per titoli ed esami.

* L’accesso dall'esterno avviene per concorso e con il possesso di laurea.

** accesso dall'interno con concorso e laurea: 60% dei posti a ruolo aperto - 40% per titoli ed esami

*** accesso dall'interno con concorso e laurea: 60% dei posti a ruolo aperto - 40% per titoli ed esami

Per l'accesso alla qualifica superiore è necessario lo stazionamento di 6 anni in quella inferiore. Stessa permanenza per l'attribuzione dello scatto convenzionale.

********
*****

Alla luce di quanto sopra, questa Organizzazione Sindacale ritiene che in prima applicazione, la modifica dell’ordinamento del personale, dovrebbe andare a sanare quelle situazioni sperequative che si sono verificate a seguito dell’emanazione del D.L.vo 217, riposizionando il personale SATI nelle qualifiche che, per professionalità acquisita e per anzianità di servizio, sono più consone.

Pertanto in prima applicazione si propone il seguente inquadramento:

Ruolo degli operatori ed assistenti amministrativo/informatici

Ø passaggio alla qualifica di operatore tecnico del personale inquadrato attualmente nel ruolo degli operatori con un anzianità di servizio di quattro anni;

Ø passaggio alla qualifica di operatore esperto del personale inquadrato attualmente nel ruolo degli operatori tecnici con un anzianità di servizio di quattro anni;

Ø passaggio alla qualifica di assistente del personale inquadrato attualmente nel ruolo degli operatori professionali con un anzianità di servizio di quattro anni;

Ø passaggio alla qualifica di assistente capo del personale inquadrato attualmente nel ruolo degli operatori esperti con un anzianità di servizio di quattro anni;

Ø passaggio alla qualifica di assistente capo con scatto convenzionale del personale inquadrato attualmente nel ruolo degli operatori esperti con un anzianità di servizio di otto anni;

Ruolo dei collaboratori e dei sostituti direttori amministrativo-contabili/informatici

Ø passaggio alla qualifica di vice collaboratore amministrativo contabile del personale inquadrato attualmente nel ruolo di assistente ed assistente capo con un anzianità di servizio di cinque anni;

Ø passaggio alla qualifica di collaboratore amministrativo contabile del personale inquadrato attualmente nel ruolo di vice collaboratore amministrativo-contabile con un anzianità di servizio di cinque anni;

Ø passaggio alla qualifica di sostituto direttore amministrativo-contabile del personale inquadrato attualmente nel ruolo collaboratore amministrativo-contabile con un’anzianità di servizio di cinque anni. Al fine di ristabilire il profilo professionale che gli compete, transita in questa qualifica il personale che con la precedente applicazione del decreto legislativo è stato inserito nelle qualifiche di assistente e transitati a seguito di concorso nella qualifica di vice collaboratore amministrativo contabile, purchè in possesso di 20 anni di anzianità di servizio.

Ø passaggio alla qualifica di sostituto direttore amministrativo-contabile capo del personale inquadrato attualmente nel ruolo di sostituto direttore amministrativo-contabile con un anzianità di servizio di cinque anni;

Ø passaggio alla qualifica di sostituto direttore amministrativo-contabile capo con scatto convenzionale del personale inquadrato attualmente nel ruolo di sostituto direttore amministrativo-contabile capo con un anzianità di servizio di cinque anni;

Ruolo dei funzionari direttori tecnico-informatici

Ø passaggio alla qualifica di funzionario amministrativo-contabile vice direttore del personale inquadrato attualmente nel ruolo di sostituto direttore amministrativo-contabile capo con un anzianità di servizio di dieci anni;

Ø passaggio alla qualifica di funzionario amministrativo-contabile direttore del personale inquadrato attualmente nel ruolo di funzionario amministrativo-contabile vice direttore con un anzianità di servizio di sei anni;

Ø passaggio alla qualifica di funzionario amministrativo-contabile direttore-vicedirigente del personale inquadrato attualmente nel ruolo di funzionario amministrativo-contabile direttore con un anzianità di servizio di sei anni.

********
****

In conclusione si ritiene altresì richiedere che al tavolo tecnico venga preso in esame la necessità di pensare ad uno sbocco della carriera dei funzionari direttori tecnico-informatici nella dirigenza amministrativa: questa Organizzazione Sindacale ritiene che si debba pensare ad un percorso di riconoscimento delle nuove qualifiche che, negli ultimi anni, hanno fatto il loro ingresso nel Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, valorizzando le professionalità e la qualità del lavoro che possono portare, prevedendo uno sviluppo di carriera in conformità della normativa già in essere nel pubblico impiego.


Nazionale – lunedì, 29 marzo 2010

Ing. Antonio Gambardella

Capo del C.N.VV.F. - Vice Capo Dipartimento Vicario

 

Dott.ssa Iolanda Rolli

 Ufficio per la garanzia dei diritti sindacali

 

Alla cortese attenzione

tavolo tecnico
perle modifiche del decreto legislativo 217/05

 

 

 

 

Cosi come concordato nella riunione del 17 marzo u.s., di seguito si riporta una sintesi delle richieste di modifica ai primi 38 articoli del d.l. 217/05.

Quanto sopra, è intesa a rendere più agevole e celere la discussione.

Si coglie l’occasione per ribadire la richiesta affinchè per la prossima convocazione del tavolo tecnico, si preveda un calendario di almeno due intere giornate consecutive, così da addivenire ad una conclusione in tempi rapidi della disamina dell’intero testo.

ARTICOLAZIONE DEI RUOLI

CAPO II RUOLO DEI VIGILI DEL FUOCO

  • Vigile del fuoco

  • Vigile qualificato

  • Vigile esperto

  • Vigile esperto con scatto convenzionale

CAPO III RUOLO DEI CAPI SQUADRA E CAPI REPARTO

  • Capo squadra

  • Capo squadra esperto

  • Capo reparto

  • Capo reparto esperto

CAPO IV RUOLI DEI FUNZIONARI

  • Capo reparto esperto ispettore antincendio (per i capi reparto che abbiano maturato 5 anni di effettivo servizio nella qualifica)

 

  • Vice Ispettore antincendi (esclusivamente con concorso dall’esterno)

  • Ispettore antincendi

  • Ispettore antincendi con scatto convenzionale

  • Sostituto direttore antincendi

  • Sostituto direttore antincendi capo esperto

FUNZIONI DEL PERSONALE APPARTENENTE AL RUOLO DEI VIGILI DEL FUOCO

Art. 4 - comma 2

al personale appartenente alla qualifica di vigile del fuoco esperto possono essere altresì conferiti incarichi di coordinamento di uno o più vigili del fuoco

 

NOMINA A VIGILE DEL FUOCO

Art. 5 comma 1 lettera c

Omissis….. secondo i requisiti stabiliti con regolamento del Ministro dell’interno di concerto con le OO.SS …. omissis

Si richiede una tale articolazione anche per i successivi articoli che rimandano ad un regolamento del Ministro dell’interno ( es. comma 2 lettera c .. )

comma 2

alle modifiche già apportate nel testo (versione 15.06.07)– nei concorsi di cui al comma 1 la riserva dei posti legge 609 deve essere elevata almeno al 50%

dopo …alla data di indizione del bando di concorso, sia iscritto negli appositi elenchi da almeno tre anni ed abbia effettuato non meno di 80 giorni purché non abbia riportato una sanzione disciplinare più grave della multa pecuniaria

 

CORSO DI FORMAZIONE PER ALLIEVI VIGILI DEL FUOCO

Art. 6

vanno bene le modifiche proposte (versione 15.06.07) con la seguente variazione:

Gli allievi vigili del fuoco frequentano un corso della durata di se mesi, di cui tre mesi presso la scuola di formazione di base e tre mesi di applicazione pratica presso i comandi provinciali o gli altri uffici del corpo nazionale dei vigili del fuoco… omissis

 

DIMISSIONI DAL CORSO

Art. 7

Eliminazione dei commi a) e b) dell’articolo 1

Sostituirli con: gli allievi che non superano l’esame teorico pratico sono riammessi alla frequentazione del successivo corso di formazione.

Mentre la lettera b) va completamente eliminata non ci sono allievi che dopo un anno di corso possono essere riconosciuti non idonei al servizio operativo salvo gravi incidenti o malattie gravi – anche perché per accedere al corso hanno già superato la visita medica specifica.

PROMOZIONE ALLE QUALIFICHE SUPERIORI

Le promozioni avvengono a ruolo aperto, dopo la permanenza di almeno 3 anni nella qualifica precedente, pertanto di conseguenza vengono modificati i seguenti articoli:

Art. 8

omissis… secondo l’ordine di ruolo, a coloro che alla data dello scrutinio, abbiano compiuto tre (3) anni di effettivo servizio nella qualifica inferiore.

Art. 9

attribuzione di che abbiano compiuto tre (3) anni di effettivo servizio nella qualifica è attribuito uno scatto convenzionale

Art. 11 comma 2

eliminare totalmente “Il capo squadra esperto, nel corso dell’attività operativa sostituisce in caso di assenza o impedimento, il capo reparto.”

Art. 12

comma 1 lettera a) omissis… corso di formazione professionale, della durata non inferiore a cinque (5) settimane riservato al personale che, alla data predetta….. omissis

va bene l’abrogazione come proposta dall’amministrazione - che nei sei anni medesimi –

comma 6 lettera b) .. la nomina capo squadra nell’ordine determinato dalla rispettiva graduatoria finale del corso, con decorrenza giuridica ed economica riferita all’anno cui si sono verificate le vacanze in organico

comma 7 vanno bene le abrogazioni proposte

immissione nei ruoli: deve avvenire secondo l’ordine di ruolo – pertanto eliminazione delle attuali procedure 60% - 40%

decorrenza giuridica ed economica dall’anno in cui si sono verificate le carenze

Art. 14

promozione a capo squadra esperto è conferita a ruolo aperto … ai capi squadra che, alla dalla dello scrutinio, abbiano compiuto tre (3) anni di effettivo servizio e che, nel biennio precedente lo scrutinio…..

Art. 15

attribuzione di uno scatto convenzionale ai capi squadra esperti

comma 1 – ai capi squadra esperti che abbiano compiuto tre (3) anni di effettivo servizio nella qualifica…

vanno bene le abrogazioni proposte e le integrazioni al comma 2

Art. 16

la promozione a capo reparto avviene a ruolo aperto

punto 1 - lettera a) omissis…corso di formazione professionale, della durata non inferiore a cinque (5) settimane riservato al personale capi squadra esperti che, alla predetta data, abbiano compiuto tre (3) anni di effettivo servizio…. omissis

Art. 17

promozione a capo reparto esperto punto 1 … abbia compiuto tre (3) anni di effettivo servizio nella qualifica e che nel biennio precedente lo scrutinio…

Capo IV

L’art.18 Bis va inserito dopo la classificazione del ruolo dei funzionari

I capi reparto esperti che alla data di ogni anno abbiano maturato cinque (5) anni di effettivo servizio nella qualifica ( ruolo aperto ) possono partecipare ad una specifica selezione per titoli nel limite di un quinto della dotazione organica del ruolo dei capi reparto ( es. 2000 CR in pianta organica posti riservati n° 400) – assumendo la qualifica denominata di ispettore antincendi – successivamente dopo un periodo di tre anni di effettivo servizio nella qualifica di ispettore antincendi è attribuito il ruolo di Ispettori antincendi esperti ed il relativo scatto convenzionale).

Art. 21 punto 1 - lettera a)

il capoverso si ferma al primo punto alla parola medesimo; il restante capoverso dovrebbe essere annullato in quanto non si prevede nessuna riserva dei posti per il ruolo dei capi squadra e capi reparto vista la nuova articolazione proposta

Art. 23

nomina a vice ispettore antincendi per concorso pubblico:

punto 3 – gli allievi vice ispettori antincendi durante i primi tre (3) mesi di corso ….

Art. 25

nomina a vice ispettore antincendi per concorso interno

Andrebbe a decadere viste le modifiche precedenti

Art. 27

promozione a ispettore antincendi esperto

Andrebbe a decadere viste le modifiche precedenti in ogni caso già proposto di abrogare

Art. 28

attribuzione di uno scatto convenzionale agli ispettori antincendi

Vanno bene le abrogazioni proposte ed andrebbe modificato con la proposta da noi elaborata all’art. 18

Art. 29

promozione a sostituto direttore antincendi

Per esami e titolo, al quale sono ammessi gli ispettori antincendio con scatto convenzionale che alla predetta data abbiano compiuto tre (3) anni di effettivo servizio nella qualifica e che, nel biennio precedente …. omissis

Art. 30

abrogato

Art. 31

sostituto direttore antincendi capo esperto

Ai sostituti direttori antincendi capo che abbiano maturato tre (3) di effettivo servizio nella qualifica è attribuito secondo l’ordine di ruolo la qualifica di cui al presente articolo.

Capo V

Vanno bene le modifiche proposte all’art. 31 bis, relativamente alla istituzione delle aree del personale attraverso più regolamenti, nell’ambito dei ruoli tecnico operativi il personale è ammesso ad espletare peculiari attività richiedenti il possesso di specifiche professionalità e specializzazioni.

Art. 35

delegazione negoziale

Punto 1 - omissis…. per il pubblico impiego in materia di accertamento della rappresentatività sindacale, misurata tenendo conto del dato associativo e del dato elettorale – pertanto con apposito accordo vengono ripristinate le elezioni dei Rappresentanti Sindacali Unitari –

Si rimane in attesa di conoscere la data di convocazione del tavolo tecnico di cui trattasi.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni