Valutazione Salva-precari e Progetti regionali: in Sicilia il caos regna sovrano.

Palermo -

L’ USB Scuola Palermo ha più volte chiesto al MIUR chiarimenti circa la modalità di attribuzione del punteggio relativo al servizio svolto dal personale coinvolto nei progetti POR, frutto degli accordi Miur-Regione, e non rientrante negli elenchi prioritari. Nella giornata di Mercoledì il Ministero risponde: “Le problematiche dei progetti sono strettamente regionali: noi non possiamo nei modelli di domanda conoscere le varie situazioni. L’USR dovrà dare opportune modalità di compilazione  dei modelli o di valutazione in base a documentazione presentata dagli interessati. Miur-Ufficio Relazioni con pubblico”. 

 

La “pilatesca” risposta fornita dal MIUR non fa altro che delegare agli USR la responsabilità di decidere le modalità di compilazione dei modelli e i criteri di attribuzione dei punteggi relativi, senza tenere conto della stretta necessità di muoversi entro limiti e regole certi, che garantiscano uniformità di trattamento sul territorio nazionale.

 

Oltre a sollecitare l’USR siciliano ad indicare in tempi brevissimi le modalità di compilazione dei modelli e i criteri di attribuzione del punteggio, l’USB Scuola Palermo intende sottolineare quanto questa modalità di gestione e delega operata dal Ministero rischi di danneggiare gravemente moltissimi lavoratori siciliani che, a causa dei ritardi accumulati dall’Assessorato alla P. I., hanno prestato servizio a cavallo di due diversi anni scolastici. Facciamo rilevare che se i diversi Usr sul territorio nazionale emanassero una circolare con differenti modalità di attribuzione del punteggio, naturalmente si verificherebbero evidenti disparità di trattamento, in base alla regione di presentazione della domanda, tra lavoratori che hanno svolto lo stesso tipo di incarico.

 

L’USB Scuola Palermo, da sempre impegnata in quella che è diventata una vera e propria “questione”, ha chiesto con urgenza all’USR Sicilia e per conoscenza all’Usp Palermo, l’emanazione di una circolare che chiarisca modalità e criteri relativi all’attribuzione del punteggio, al fine di evitare che gli USP provinciali attribuiscano il punteggio in maniera del tutto arbitraria, creando disparità di trattamento anche all’interno della stessa regione.

 

In relazione, invece, alla valutazione dei punteggi relativi al decreto “Salva-Precari”, ricordiamo ai funzionari dell' Usp Palermo, che la nota prot. AOODGPER 14655 del 30 settembre 2009 (allegato 7 del dm 44/11) chiarisce che: “il personale docente destinatario delle disposizioni sopra richiamate, ha diritto alla valutazione dell’intero anno di servizio ai soli fini dell’attribuzione del punteggio in sede di aggiornamento delle graduatorie ad esaurimento. Il punteggio viene attribuito per la medesima classe di concorso o posto di insegnamento per il quale l’interessato ha prestato utilmente servizio nell’a.s. 2008-2009 (art.1, comma 6, del D.M.). In base alla nota è chiaro che il punteggio vada riversato nella classe di concorso o posto di insegnamento che ha permesso l'inserimento nel salva-precari e non in “una qualsiasi delle classi di concorso in cui si è abilitati”. Qualsiasi altro orientamento risulta del tutto arbitrario, risultando al fuori della normativa allegata al decreto ministeriale di aggiornamento delle graduatorie.   

Ultime Notizie

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni