VERTENZA OSS: INCONTRO A VILLA DEVOTO SULL'UTILIZZO DEL LAVORO INTERINALE NELLE AZIENDE ASL E PER IL RISPETTO DELLE GRADUATORIE

Cagliari -

COMUNICATO STAMPA

INCONTRO DELLA DELEGAZIONE USB E DEL COMITATO ART.97 CON IL GOVERNATORE DELLA RAS UGO CAPPELLACCI SULLA VERTENZA DEGLI OPERATORI DELLA SANITA’ IN LOTTA PER IL RISPETTO DELLE GRADUATORIE

Si è svolto in data odierna a palazzo Devoto l’incontro dei rappresentanti del Comitato Articolo 97 e dell’USB con il presidente della Giunta Regionale Cappellacci e con l’assessore alla sanità Liori. Nel corso della mattinata si è svolto un incontro tra la delegazione e l’assessore Liori in assessorato sanità.

L’incontro con il Presidente,  programmato da tempo, ha avuto un esito che noi riteniamo interlocutorio.

Il rappresentante dell’USB ha presentato la piattaforma rivendicativa, che in buona sostanza, anche se non totalmente, è stata giudicata ragionevole anche dall’Assessore Liori e dal Presidente Cappellacci. Certo vi sono divergenze di vedute e nel merito ci si esprimerà in un incontro successivo dopo che l’assessore avrà stilato una relazione, sulla base della ricognizione fatta nelle varie aziende sulle questioni vertenziali  e dei report dei commissari, per costruire un atto di indirizzo verso la Giunta Regionale.

Ma noi si rimane convinti che la vertenza possa andare in porto così come noi ci siamo prefissi:        

  • assunzione dalle graduatorie con immissione in ruolo degli idonei aventi diritto;        
  • assunzione a tempo indeterminato in base alle reali esigenze determinate dalle piante organiche;        
  • no a nuovi bandi interinali in presenza di graduatorie;  
  • no a chiamate a tempo determinato;        
  • la vertenza riguarda le figure professionali degli operatori socio sanitari, amministrativi, cuochi, farmacisti, medici;        
  • utilizzo del lavoro interinale in maniera residuale come previsto dalla legge;        
  • informazione alle OO.SS., quando vi sono chiamate di lavoro interinale;        
  • rispetto delle mansioni;        
  • proroga della validità di vigenza delle graduatorie concorsuali.

Ancora una volta si è ribadito da parte nostra la contrarietà all’utilizzo del lavoro interinale in modo massiccio vista la sussistenza di graduatorie vigenti, utilizzo che contravviene non solo alle leggi vigenti, ma al comune buon senso visto il suo costo maggiore.

Il Presidente ha preso l’impegno di rivederci al tavolo tra 2 settimane.

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni