Vigili del fuoco: NON chiamate il 115, siamo senza gasolio per i mezzi

Catanzaro -


Ancora una volta le sedi del comando provinciale vigili del fuoco di Catanzaro restano senza gasolio; è successo ieri, sabato 5 marzo, in una giornata che ha messo sotto sferza tutte le sedi e tutti gli uomini disponibili, richieste di soccorso fuori dal normale.

 

Nonostante la scarsezza di risorse umane, con impegno e passione per il proprio lavoro, i vigili sono riusciti a soddisfare le numerose richieste – ma anche a distogliere una unità che ha dovuto fare la spola tra le sedi con una piccola cisterna di gasolio.

 

Un serbatoio acquistato per le “emergenze” ma che ormai ogni giorno si deve spostare da una sede all’altra come una trottola per rifornire i mezzi di soccorso a “volo” recuperando gasolio dai distaccamenti o da pompe di fortuna.

 

Oltre alle difficoltà tutto ciò causa indubbiamente maggiori costi d’esercizio dovuti sia all’impiego di personale per i trasferimenti della cisterna e sia la distrazione di un importante mezzo dal soccorso (una jeep) nonché i costi aggiuntivi per le continue trasferte del mezzo stesso : qualcuno ipotizza che si consuma più gasolio a trasferire continuamente questo mezzo di quanto ne consumino i mezzi impiegati in soccorso. Senza contare la pericolosità del trasporto di liquidi infiammabili sulla strada!!

 

Denunciamo inoltre la drammatica situazione del personale che presta il servizio di pulizie presso le sedi VF: da mesi non percepisce lo stipendio poiché la ditta appaltatrice a sua volta da agosto 2010 non viene pagato dal comando provinciale VV.F..

 

Come sindacato di base continuiamo a denunciare situazioni reali e veritiere, così come reale e vero è l’attaccamento del vigili del fuoco di Catanzaro al loro lavoro.

 

In compenso dobbiamo “valorizzare” il dirigente locale che il dipartimento VV.F. ci ha inviato; dopo le nostre denuncie è stato più volte puntellato, più volte difeso per evitare figure meschine. Alla fine grazie alla sua intelligenza mostra sempre più cedimenti strutturali. Ora se ci lascia, e non sarebbe mai troppo tardi, siamo certi come cittadini catanzaresi ed operatori, ci lascia una certezza difficile da scalfire: NON ci mancherà. In queste giornate di pioggia ha dimostrato il suo nullismo burocratico. Proponiamo al ministero dell’interno un encomio…rindondante….

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni