Nota USB su Buoni pasto in smart working, ferie pregresse, passaggi verticali di area, maggiorazione oraria per attività di front-office, rilevazione della produzione in smart working.

Roma -

Al Presidente  Prof. Pasquale Tridico

Al Direttore generale  Dott.ssa Gabriella Di Michele

Al Direttore centrale Risorse Umane  Dott.ssa Maria Grazia Sampietro

e p.c.  Al Dirigente l’Ufficio Relazioni Sindacali  Dott. Aldo Falzone

 

 

Oggetto: Buoni pasto in smart working, ferie pregresse, passaggi verticali di area, maggiorazione oraria per attività di front-office, rilevazione della produzione in smart working.

 

La scrivente organizzazione sindacale in merito ai temi in oggetto fa presente:

  • BUONI PASTO IN SMART WORKING – Si rinnova la richiesta più volte avanzata in precedenza di riconoscimento del buono pasto per le giornate di lavoro effettuate in smart working, in quanto tale attività è in tutto e per tutto assimilabile a quella prestata nella sede di lavoro. Si sottolinea che l’amministrazione ha l’obbligo di riconoscere il buono pasto dopo sei ore di lavoro, non trascurando, inoltre, che il ticket mensa svolge una funzione d’integrazione stipendiale alla quale il lavoratore non può e non vuole  rinunciare;
  • FERIE PREGRESSE – Dopo aver più volte tentato di sensibilizzare codesta amministrazione sul tema, si diffida la stessa amministrazione dall’obbligare i lavoratori dell’Istituto a fruire delle ferie pregresse durante tutta la fase di emergenza sanitaria, in quanto le ferie sono un diritto del lavoratore finalizzato al recupero del benessere psicofisico e non un dovere al quale attenersi in un momento in cui disposizioni legislative vietano anche solo di uscire di casa senza un giustificato motivo;
  • PASSAGGI VERTICALI DI AREA – Si rinnova la richiesta di emanazione immediata dei bandi di selezione per i passaggi dall’Area A alla B e dall’Area B alla C per chi è in possesso del titolo di studio richiesto per l’accesso dall’esterno all’area superiore.  Al tempo stesso si rinnova altresì la richiesta di conoscere il numero esatto dei diplomati di Area A e di laureati dell’Area B;
  • MAGGIORAZIONE ORARIA PER ATTIVITA’ DI FRONT-OFFICE – Si chiede che sia riconosciuta la maggiorazione oraria prevista dal CCNI 2018 per l’attività di front-office a chi, nell’attuale situazione di emergenza sanitaria, svolge attività d’informazione all’utenza tramite lo sportello telefonico;
  • RILEVAZIONE DELLA PRODUZIONE IN SMART WORKING – Si diffida codesta amministrazione dal proseguire nella richiesta di report individuali fatta ai lavoratori in smart working, in quanto non solo i dati di produzione sono rilevabili automaticamente ma in questa fase di emergenza e di difficoltà lavorativa, dovuta ad un sistema che non regge contemporaneamente le utenze collegate giornalmente, appare quantomeno inopportuno chiedere un report giornaliero a chi sta cercando in tutti i modi di collaborare, estendendo il proprio orario di lavoro nelle diverse fasce del giorno e della notte.

Cordiali saluti.

Roma, 6 aprile 2020                                          p. USB Pubblico Impiego INPS

                                                                                                  Luigi Romagnoli 

 

20 maggio 1970 - 20 maggio 2020 50 anni lo Statuto dei lavoratori compie 50 anni. COVID, BONOMI, NEOCONCERTAZIONE ED ALTRI VIRUS I DIRITTI CHE CURANO

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni