RICHIESTA ESPLETAMENTO LAVORO AGILE PERSONALE OPERATIVO VIGILI DEL FUOCO

Nazionale -

 

Dipartimento dei Vigili del Fuoco del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile
Capo Dipartimento

  Prefetto SalvatoreMario MULAS

 
Tramite:                                                                                                                          
Ufficio I - Gabinetto del Capo Dipartimento
Capo del Gabinetto del Capo Dipartimento
Viceprefetto Roberta LULLI

Capo del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco
Vice Capo Dipartimento Vicario
ing. Fabio DATTILO

Al responsabile dell'ufficio Garanzia dei Diritti Sindacali

dott.ssa Silvana LANZA BUCCERI
 

 

Oggetto: EMERGENZA SANITARIA COVID-19. RICHIESTA ESPLETAMENTO LAVORO AGILE PERSONALE OPERATIVO VIGILI DEL FUOCO.

La Scrivente Organizzazione Sindacale in relazione all’emergenza sanitaria in atto, a causa dell’epidemia COVID-19, USB chiede di valutare e di fornire indicazione ai Comandanti Provinciali sulla possibilità di destinare quota parte del personale operativo Vigile del Fuoco inserito nel dispositivo di soccorso, a seguito dell’Art. 87, commi 1, 3 e 6 del Decreto Legge n. 18 del 17 marzo 2020, e non strettamente necessario ad assicurare la prontezza operativa con i numeri minimi di soccorso e i servizi individuali come necessari - al netto di chi usufruisce di ferie, banca ore, congedi, ecc – sia posto in lavoro agile ed incaricato di adempiere le attività ordinarie da remoto, o , in subordine, di svolgere attività di auto-mantenimento delle capacità professionali, mediante consultazione del materiale didattico e informativo presente sulla intranet dei rispettivi Comandi Provinciali e sui siti Istituzionali del Corpo Nazionale VVF.

Pertanto detto personale oggetto di tale misura sarà fatto divieto , per qualsiasi motivo, di allontanarsi dalla propria residenza per tutto il perdurare delle 24 ore del servizio sostitutivo, garantendo la pronta reperibilità presso il proprio domicilio (ai sensi dell’Art.30 del Regolamento di servizio DPR 28 febbraio 2012, n 64) e quindi immediatamente richiamato in sede nel momento in cui le circostanze impongano la necessità di assicurare servizi non attuabili in modalità di lavoro agile.

Per quanto riguarda l’applicativo “SO115” il personale operativo dispensato temporaneamente dalla presenza in servizio ai sensi dell’Art. 87, comma 6 del Decreto Legislativo 17 marzo 2020, chiediamo sia inserito nella voce: “SERVIZIO ESTERNO FUORI SEDE- TURNO”.

Per quanto sopra esposto, onde evitare che venga leso il diritto dei lavoratori, che sono obbligati a garantire la presenza in sede nel turno di assegnazione, in funzione di una misura di cautela sanitaria che verrà gestita unilateralmente dai Comandi secondo il criterio cardine di garantire i servizi di istituto ed in particolare il soccorso tecnico urgente e data la delicatezza dell’argomento, rimaniamo in attesa di una pronta risposta.

 

il Coordinamento Nazionale USB VVF

Salviamo i bambini - Tavola rotonda sull'effetto della pandemia sui piccoli

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni